Proloco Dol: conoscere per gustare

gambero

Stavolta è il blog del Gambero Rosso a citare Proloco Dol, in un articolo di Eleonora Baldwin, nota food writer italo-americana.

Proloco Dol è in cima ad una lista di locali romani con “i più alti standard di qualità del pranzare”: sono diciotto, tutti situati nella periferia est di Roma, nei quartieri di Centocelle, Quadraro e Torpignattara.

Intelligenza imprenditoriale dietro al “ristorante/negozio di specialità gastronomiche” famoso per il formaggio locale, le carni affumicate e i beni in bottiglia, Vincenzo Mancino ha aperto Proloco Dol con l’intento di portare i prodotti laziali della migliore qualità ai residenti della periferia meno opulenta.

Nello stesso nome del locale l’autrice coglie la vocazione informativa di questo “shop/bistrò” pensato per chi ama consumare cibo locale di eccellenza, i Locavori che danno il titolo al nostro blog!

Ringraziamo il Gambero Rosso ed Eleonora Baldwin e vi invitiamo da Proloco Dol in Via Domenico Panaroli, 35 a conoscere e… assaporare.

La periferia è il centro del Gusto! #SuccedeaCentocelle

periferia centro

È la Centocelle di Pasolini, che racconta il Pigneto degli anni ’60, quella “corona di spine che cinge la città di Dio”, la Centocelle di tutto il Neorealismo italiano, set cinematografico per Rossellini, De Sica, Alberto Sordi.

Ed è:

La Centocelle di Vincenzo Mancino di “Proloco Dol”, che si è fatto adottare da questo quartiere in cambio della vasta offerta di eccellenze laziali.

Dal Gambero Rosso il post sull’iniziativa a cui Proloco Dol ha partecipato per sottolineare un percorso coerente, intrapreso da tempo, di attenzione alla qualità dei prodotti enogastronomici, alla filiera corta, al territorio (e per il territorio!). Un percorso oggi condiviso da tante realtà che hanno trasformato il quartiere romano di Centocelle, da periferia a centro romano del gusto!

Il progetto D.O.L. (Di Origine Laziale, ovvero la passione per la ricerca e la scoperta di prodotti e vere rarità eno-gastronomiche, ricchezze del Lazio) e Proloco Dol nasce a Centocelle, un luogo che abbiamo raccontato e di cui, con orgoglio, siamo narrazione!

Una selezione dei post su Centocelle:

Scopri tutti i nostri articoli su Centocelle!

Per venirci a trovare? Proloco Dol: la “Bottega del gusto Di Origine Laziale” è a Roma, in via Domenico Panaroli 35, da sempre a Centocelle.

 

Fonte immagine: Gambero Rosso

Proloco Dol “stella” Foodies 2015

Proloco Dol stella Foodies 2015

Proloco Dol è tra le “stelle” della “Guida Foodies 2015″!

Per maggiori informazioni sulla “Guida Foodies” riprendiamo dal sito-web del “Gambero Rosso”:

La guida Foodies è la nostra guida eretica: non mette voti, ma premia esperienze che vale la pena valorizzare e prendere a modello. Si tratti di nuovi concept gastronomici o di grandi prodotti artigianali, locali modaioli, artigiani del gusto o grandi chef che si sono reinventati. Tanti nuovi itinerari e punti di riferimento per quel popolo appassionato di cibo che non si accontenta di cenare bene, ma vuole qualcosa di nuovo, buono, di grande qualità in ogni momento della giornata.

Proloco Dol è la bottega del gusto che col suo lavoro punta a diffondere il concetto di filiera corta favorendo la conoscenza e la fruizione dei prodotti del territorio, la tutela di tutte le aziende tradizionali e degli artigiani dell’enogastronomia, fino allo sviluppo di forme di agricoltura ecocompatibile.

Selezioniamo direttamente sul territorio le aziende e i prodotti tradizionali e tipici (selezione DOL: “di origine laziale”) compresi quelli che ancora oggi costituiscono una nicchia al limite della produzione familiare, poiché proprio questi ultimi portano un contributo fondamentale alla salvaguardia delle biodiversità.

Proloco Dol inoltre è un progetto in continua evoluzione grazie anche all’apertura della nuova sede, sempre nel quartiere romano di Centocelle, in via Domenico Panaroli al numero 35 dove potrete acquistare o gustare i nostri prodotti.

 

Fonte: Gambero Rosso

Le novità e una certezza: Proloco Dol, per un nuovo anno con la sicurezza di ciò che mangerete

grano10Forse ai più attenti non sarà sfuggita la notizia del regolamento n° 1169 entrato in vigore in tutti i Paesi dell’Unione europea il 13 dicembre ovvero: sparisce l’origine del cibo dalle etichette!
L’obiettivo ufficiale è quello di «migliorare il livello di informazione e di protezione dei consumatori», si legge sul sito dell’Ue e in effetti, nelle 46 pagine del documento ci sono parecchi articoli che dovrebbero renderci la vita più facile. Per esempio, sulle etichette dei cibi non troveremo più la scritta “sodio” ma il più comprensibile “sale”. Oppure – altro esempio – dovranno esserci informazioni più chiare sulle sostanze a cui i consumatori possono essere allergici, dal glutine alle uova. Gli esperti concordano: ci sarà finalmente più trasparenza sugli ingredienti e regole uguali per tutti. Peccato solo che non sarà più garantita la conoscenza dello stabilimento di produzione. Un’informazione che in Italia, finora, è stato obbligatorio indicare: lo prevede la legge 109 del 1992. Con il nuovo regolamento europeo la norma nazionale decadrà. E scrivere sull’etichetta il luogo in cui è stato lavorato l’alimento diventerà facoltativo.

«È un regalo alle multinazionali, che potranno così spostare le produzioni in Paesi dove la manodopera costa meno senza che il consumatore se ne accorga», sostiene Dario Dongo, avvocato esperto di diritto alimentare e già iniziano le prime azioni per opporsi all’entrata in vigore del regolamento europeo tramite raccolta firme ideata da Raffaele Brogna fondatore di ioleggoletichetta.it.

Da Proloco Dol, una rassicurazione al consumo critico e all’offerta garantita di prodotti di qualità, gusto e di origine laziale! E la nostra garanzia migliore sono i vostri commenti e il lavoro e la passione dei tanti produttori, contadini, artigiani e veri custodi del territorio, saperi e sapori che potrete scoprire a Roma in via Domenico Panaroli 35 (giornate, orari e chiusure per le festività) oppure, acquistandoli, direttamente a casa vostra! Il cenone di capodanno è alle porte. E voi ancora state pensando a quanti sarete e cosa servire? Oltre la certezza della provenienza e genuinità della nostra selezione possiamo anche consigliarvi la Lenticchia di Onano, per augurarvi buona fortuna per l’anno che verrà, in abbinamento al cotechino di mangalitza, ai formaggi “di origine laziale”, vini, le birre artigianali e i tanti prodotti a Km Zero!

Per le vostre feste, e per un buon anno nuovo regalatevi la qualità e i sapori del vostro territorio e di chi lo preserva con la passione del proprio lavoro! Buone feste da Proloco Dol!

 

Fonte: L'espresso

Il progetto di Alice e l’importanza del cibo di qualità

–> Il video con sottotitoli in italiano <–

Condividiamo questo video che sta facendo il giro del mondo: è la dimostrazione di Alice, una bambina appassionata di biologia, che ricorda a tutti noi l’importanza e la necessità della qualità dei nostri prodotti, in particolare del nostro cibo.

Proloco Dol ha lo scopo di portare la qualità dell’enogastronomia del Lazio alla portata di tutti, anche e soprattutto in aree periferiche metropolitane. Il nostro progetto punta a diffondere il concetto di filiera corta, favorendo la conoscenza e la fruizione dei prodotti del territorio, la tutela di tutte le aziende tradizionali e degli artigiani dell’enogastronomia, fino allo sviluppo di forme di agricoltura ecocompatibile; è nostra convinzione che il prodotto tradizionale e tipico sia un elemento fondamentale di raccordo tra i produttori e i consumatori che non vogliono essere colonizzati dagli effetti della globalizzazione.

Proloco Dol seleziona direttamente sul territorio le aziende e i prodotti tradizionali e tipici, compresi quelli che ancora oggi costituiscono una nicchia al limite della produzione familiare, poiché proprio questi ultimi portano un contributo fondamentale alla salvaguardia dei prodotti vegetali e zootecnici regionali.

Consumare criticamente significa anche investire criticamente, favorendo il lavoro nella periferia e acquistando da piccole aziende agricole a rischio chiusura, per combattere in questo modo la globalizzazione dei mercati e la standardizzazione dei sapori.

Infine a tutte queste motivazioni se ne aggiunge un’ennesima fondamentale: il gusto! Proloco Dol, a Roma, in via Domenico Panaroli 35, è la bottega del gusto dove assaporare specialità e rarità dell’enogastronomia “di origine laziale”.

 

Fonte: My Potato Project