Cerere, il Mediterraneo e i riti di Vesta! Il Conciato di San Vittore e il Caciofiore di Columella non potevano mancare

La Bottega del Gusto Di Origine Laziale (D.O.L.) è partner tecnico per Roma e il Lazio, per Cerealia 2012 (La festa dei cereali).

Per questo è un piacere annunciare che giovedì 31 maggio, alle ore 11:00 alla Sala Pietro da Cortona (Musei Capitolini), Piazza del Campidoglio 1 di Roma, avrà luogo la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione del Festival Cerealia 2012 (Ingresso libero per tutti, anche se sarà gradita la prenotazione che si può fare direttamente sul sito di Cerealia).

Questa seconda edizione di Cerealia (6-11 giugno 2012) avrà come Paese del Mediterraneo gemellato la Turchia e DOL - Bottega del Gusto (Di Origine Laziale)(dopo aver celebrato, come anticipazione dovuta, ad aprile i Ludi di Cerere) come fulcro delle attività i Riti di Vesta! 

Le tematiche affrontate dal festival sono: cultura, ambiente, territorio, società, economia, alimentazione, agricoltura, commercio, storia, turismo. Per visionare il calendario delle attività programmate a Roma è sufficiente cliccare questo link (anche se vi consigliamo di controllare sempre per possibili aggiornamenti… noi, dal canto nostro, vi segnaleremo tutte le iniziative in cui potrete trovarci!)

Il Conciato di San Vittore e Il Caciofiore di Columella parteciperanno tra gli eventi del 10 giugno!

E se non potete partecipare al festival potete invece sempre trovarci a via D. Panaroli 6 a Centocelle (da DOL) e a  via Felice Anerio 11 al quartiere Africano (Il Territorio).

Annunci

E’ periodo di castagne e marroni!!! Via con sagre e ricette!

Tra le ricchezze del Lazio ci sono loro: le castagne e i marroni. Un frutto stupendo da mangiare così, cotto dal forno, alla padella o bollito e come guarnizione di tanti piatti.

E si susseguono le fiere e le sagre. Se non avete tempo o la voglia di andare per boschi potreste passare una giornata in un bel borgo laziale approfittando di queste feste, spesso antiche.

Non possiamo enumerarle tutte ma vicino Roma, cercando “random” per i prossimi giorni ci è comparso questo appuntamento che si terrà a Rocca di Cave  ove si svolgerà la tradizionale “Sagra del Marrone giunta alla sua 32° edizione.

Le giornate impegnate saranno domenica 30 Ottobre, Lunedì 31 Ottobre e il 1 Novembre. Come tutti gli anni saranno presenti i nostri stand gastronomici che proporranno ai visitatori il tradizionale “Marrone” con le marmellate di marroni.

In tarda mattinata nei giorni indicati apriranno i vari ristori con degustazione di piatti della cucina tradizionale come la polenta, carni di pecora accompagnati da vini della regione fino a tarda sera.

Per le vie del paese saranno, inoltre, in vendita i classici prodotti tipici locali, oltreché altri prodotti artigianali e commerciali. Le domeniche di sagra saranno, poi, animate da artisti di strada e musicisti itineranti che si alterneranno nel corso delle giornate con spettacoli di musica e varietà e con la presenza di attrazioni per bambini.

Sarà, inoltre, possibile visitare Il Museo Geopaleontologico all’intermo del Castello Colonna di Rocca di Cave.

In contemporanea domenica 30 ottobre e martedì 1° Novembre a Riofreddo si ripete una gustosa tradizione: va in scena per i migliori palati la ventottesima edizione della Festa della Castagna.

La manifestazione, oltre alla degustazione di castagne arrosto e bollite, dei prodotti locali e delle tipiche ricette del paese, offre anche possibili escursioni, spettacoli e visite culturali.

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE:

Passeggiata gastronomica per le strade, vicoli e piazze del paese con la degustazione di prodotti tipici e piatti locali a partire dalle ore 11:00,  il menù al prezzo di 15 € prevede :
1. Antipasto con formaggio locale e miele di Riofreddo
2. Zuppa di verdure e fagioli
3. Polenta col sugo di carne di maiale servita su “scifetta” in legno (lasciata in ricordo ai partecipanti)
4. Arrosticini di pecora
5. Salsiccia al sugo e pane
6. Bibite (vino, acqua e caffè) compresi nella passeggiata
7. Vaschetta di castagne arrosto o bollite

Inoltre l’acquisto del biglietto per la passeggiata darà il diritto all’ingresso al Museo delle Culture “Villa Garibaldi” al costo ridotto di € 1,00.

La distribuzione delle castagne arrosto e bollite (fuori dalla passeggiata) inizierà alle ore 15:00.

In entrambi i giorni spettacoli con artisti e musicanti per le strade del paese.

Possibili passeggiate libere nel bosco delle castagne di Riofreddo.

 

In giro per il Lazio e nel tempo: A Casperia si torna al Medioevo!

Girovagando per Lazionauta l’occhio è caduto su un viaggio nel tempo: a Casperia arte, gastronomia e storia tornano al Medioevo!

Per sognare ad occhi aperti il Medioevo questa settimana ci pensa Casperia che dal 24 al 26 giugno organizza una festa dai vecchi sapori che arricchisce l’animo, la cultura e… anche lo stomaco!

Riavvolgeremo il nastro della storia rivivendo le sensazioni di una comunità medievale in festa che celebra la natività di San Giovanni Battista, il cui culto si perde alle origini del Cristianesimo intrecciandosi con le antiche festività solari di inizio estate. Leggi e diffondi il programma: Il Medioevo è a Casperia

La festa, organizzata dal Comune e dalla Pro-loco con il contributo della Regione Lazio e in collaborazione con la Parrocchia, La Torretta, Slow Food, Cantina dei Viticoltori dei Colli Cimini, Coro di Montebuono, Banda musicale di Casperia, Comunità giovanile di Casperia, Casperia Media Aetate, Arcieri di San Giovanni Reatino, Historia, Sbandieratori e musici di Calvi dell’Umbria, Gruppo storico di Roccantica, Giostra del Gonfalone di Magliano Sabina, Scuola italiana lancio coltelli ed asce, Ente Corsa all’Anello di Narni e si svolge con questo programma:

Venerdì 24 giugno
ore 16 | sala conferenze: Apertura mostra “Slow photography. Vita e volti di un paese”
ore 19 | chiesa parrocchiale: Messa solenne in onore del santo patrono Giovanni Battista
ore 21,30 | piazza Municipio: Concerto della Banda musicale di Casperia
Sabato 25 giugno
ore 16 | centro storico: Apertura botteghe delle arti e dei mestieri
ore 16,30 | centro storico: Corteo storico e lettura del bando accompagnato da tamburi e corni
ore 18 | sala conferenze: Presentazione progetto turistico-culturale “Sabina segreta”
ore 19,30 | piazza Municipio: Gli arcieri si sfidano per contendersi il Palio di S. Giovanni
ore 20 | piazzale Oddo Valeriani: Cena sotto le mura castellane. Specialità: lumache al sugo
ore 21 | piazza Municipio: Proiezione cortometraggio “Arcatores” di Fausto Fainelli
Porta Romana: Cambio della guardia
ore 22 | piazza Municipio: “Ars saggittae”. Dimostrazione di arcieria storica con tecniche di tiro in gruppo
ore 23 | piazza Municipio: “Historia expositio”. Esposizione dinamica di arcieri e popoli guerrieri con i loro archi e costumi tradizionali e dimostrazione delle loro rispettive tecniche di tiro
ore 24 | piazza Municipio: Il finale dell’alchimista di S. Giovanni
Domenica 26 giugno
ore 11,30 | piazzale del cimitero: Santa messa e processione solenne per il Corpus Domini
ore 18 | campo sportivo: I cavalieri si sfidano per contendersi il Palio della Stella
ore 19 | largo Fratelli Cervi: Torneo lanciatori coltelli ed asce
ore 20 | piazzale Oddo Valeriani: Cena sotto le mura castellane. Specialità: lumache al sugo
ore 22 | centro storico: Esibizione sbandieratori e musici Carbium
ore 23 | largo Fratelli Cervi: “Anno Domini 1307″: Rievocazione storica del patto di alleanza tra Aspra e Narni. A seguire spettacolo del fuoco

DOL allo Slow Food Day di Tor Pignattara!!!!!!!!!

DOL sarà a Tor Pignattara! Secondo voi potevamo non esserci???!!!

Ecco gli appuntamenti nel Lazio città per città:
si comincia festeggiare già dal 17 a Capodimonte e si finisce il 19 a Ciampino al Mercato della Terra..ci piace festeggiare bene!

Dalle 10,00 alle 24,00 a Torpignattara
In Largo Raffaele Pettazzoni insieme al Comitato di quartiere si terrà il Mercato della Terra con i produttori Slow Food. Adotta un produttore: gusti e parole, forum con degustazione di presidi del Lazio. I testimoni: Slow Food si racconta, i cuochi Slow presentano la loro esperienza. Lezione anti-spreco: Dino De Bellis dell’Incannucciata ci insegna come non buttare proprio nulla del nostro cibo. Lezione di cucina storica: Eliana dell’Alleanza dei cuochi Slow Food (Ristorante Spirito divino) ci parla delle ricette antiche e delle antiche culture. L’insalata era nell’orto: laboratorio sull’orto per bambini. Pane e olio: laboratorio sull’olio con degustazione di extra-vergine. Dalle 19,00: Una birretta! I micro-birrifici laziali: degustazioni a cura di Slow Food Rete Giovane e cibi di strada con chitarra e percussioni.

http://www.slowfood.it/18giugno/pagine/ita/news/dettaglio_news.lasso?-id_news=17

A Cena Con Le Stelle… (G)astronomia in Provincia di Rieti

La piazza principale in allestimentoLeggendo questa notizia modestamente abbiamo pensato: stelle e cibo… o vai in orbita venendo ad assaporare i prodotti di DOL  a Centocelle o a il Territorio o a Il Territorio (al quartiere africano) o passi sabato prossimo una serata enoGastronomica in provincia di Rieti. Il 15 (ovvero oggi) sarà possibile vedere l’eclissi di Luna. Sabato 18 anche degustare con le luci di stelle…
“Una serata (g)astronomico-culturale tra deliziose pietanze e piatti tipici della Sabina, momenti di teatro, letteratura, cinema e musica arricchiti da mostre, interventi scientifici e osservazioni astronomiche con i telescopi per riscoprire il fascino e i misteri di un cielo stellato”.

Per saperne di più vi rimandiamo al sito ufficiale! Altrimenti vi aspettiamo da noi… ad assaggiare le stelle del gusto!

Adorate la ricotta di pecora? Domenica a Guadagnolo c’è la fiera che fa per voi!

https://i2.wp.com/www.prolocoguadagnolo.it/index_htm_files/412.jpgA DOL di formaggi ce ne intendiamo. E sapete che da noi a Centocelle o a il Territorio vi sapremo e vi sappiamo gustosamente consigliare. Ma è bello parlare anche del nostro amato territorio laziale e degli eventi che vi si tengono.

Se volete trascorrere la prossima domenica in un suggestivo paese ad oltre 1200 metri slm la sagra farà al caso vostro, promettono gli organizzatori! Il 12 giugno 2011 a Guadagnolo (RM), Comune di Capranica Prenestina, l’Associazione turistica Pro Loco Guadagnolo organizzerà infatti l’edizione 2011 della “Sagra della ricotta di pecora” presso il Parco della stessa Pro Loco. Dalle 10.00  si aprirà uno stand dove i visitatori potranno degustare la ricotta in ciotole alimentari con pane siero e ricotta, accanto ad assaggi di formaggio fresco.

La manifestazione si svolgerà all’aperto per consentire a tutti di assistere alle varie fasi della cottura sia del formaggio con le spiegazioni degli addetti ai lavori delle varie fasi di lavorazione.

Non mancheranno musica e giochi popolari e ovviamente lo spettacolo pirotecnico conclusivo!

 

Foto: (ciarlyecho) proloco Guadagnolo

W la frutta di stagione e a km zero. Un esempio? Le ciliegie. Ma lo sapete che…

Oggi è “Santa Ciliegia”?! W la frutta e la verdura di stagione. W i prodotti a Km zero. e W le ciliegie arrivate a noi grazie ai Romani!!!!!!!!!

da Wikipedia: La ciliegia (cerasa, in molti dialetti italiani) è il frutto del ciliegio. Il nome dialettale, così come quello portoghese, francese, spagnolo e inglese deriva dal greco κέρασος (Chérasos), che era il nome della città di Cerasunte, nel Ponto (l’attuale Turchia) da cui, secondo Plinio il Vecchio, furono importati a Roma nel 72 a.C. da Lucio Licinio Lucullo i primi alberi di ciliegie.

In effetti il frutto può nascere da due diverse Specie botaniche. Da una parte il ciliegio dolce (cosiddetto Prunus avium), che produce le ciliegie che siamo abituati a consumare come frutta fresca. Dall’altra il ciliegio visciolo (Prunus cerasus) che produce le amarene e le marasche, genericamente definite come ciliegie acide.

Si descrive comunque il ciliegio dolce.

Il frutto, normalmente sferico, di 0,7-2 centimetri di diametro, può assumere anche la forma a cuore o di sfera leggermente allungata. Il colore, normalmente rosso, può spaziare, a seconda della varietà, dal giallo chiaro del graffione bianco piemontese al rosso quasi nero del durone nero di Vignola.

Anche la polpa assume colorazione e consistenza diverse a seconda della varietà e passa dal bianco al rosso nerastro nel primo caso e dal tenero al croccante nel secondo caso. Il gusto è dolce, mai stucchevole, con punte di acidulo.

Il frutto matura nel periodo primaverile-estivo e contiene un solo seme duro, color legno.

(…)

Per la Chiesa cattolica la ciliegia ha anche un suo Santo protettore: San Gerardo dei Tintori, Patrono di Monza che si festeggia il 6 giugno.

 

E in questi giorni nel Lazio è pieno di sagre dedicate alla Cerasa!