Esplorazioni del gusto con birra e tagliere!

tagliere e birra

In arrivo un appuntamento ghiotto con i prodotti DOL Di Origine Laziale: ancora una degustazione che vede al centro la birra artigianale, con l’obiettivo di esplorarne i possibili abbinamenti con i sapori della migliore gastronomia artigianale.

L’evento si chiama TheGustazioni e si svolgerà presso The Factory. Si tratta di un locale, nel cuore del quartiere Pigneto, ben noto agli amanti delle birre artigianali, con prodotti in continua rotazione provenienti dai migliori birrifici del panorama nazionale e internazionale.

Accanto alla birra saranno protagonisti i classici prodotti da tagliere, in un incontro che cercherà di esaltare gli uni e gli altri aromi. Naturalmente per far questo il formaggio e il salume devono essere gustosi e di livello. E’ qui che subentra DOL con la propria esperienza e la garanzia della propria proposta di gastronomia laziale.

TheGustazioni si articolerà in tre serate, una al mese da marzo a maggio. Durante ogni incontro si degusteranno 3 formaggi e 3 salumi, abbinati a 3 birre. Il primo sarà dedicato al Lazio, il secondo a prodotti di tutta Italia, il terzo alla Spagna e altri paesi. Mentori delle serate saranno: Roberto Muzi, formatore e consulente di settore, responsabile regionale per la Guida alle birre d’Italia di Slow Food Editore e giurato in alcuni concorsi nazionali. Daniele De Ventura, noto per l’organizzazione di eventi a tema e per le selezioni di Simposio Shop, e naturalmente il nostro Vincenzo Mancino, con la sua pluriennale esperienza di assaggiatore e selezionatore.

Il primo appuntamento, quello dedicato all’offerta del Lazio, è il prossimo martedì 19 marzo! Imperdibile insomma. Potete chiedere informazioni e prenotare la vostra presenza al numero 06 64801958, che risponde dalle 18:30 in poi. La prenotazione è obbligatoria. Il costo a serata è di 28 euro. Ci vediamo lì? 😉

Annunci

3, 2, 1… onore al formaggio e ai suoi creatori

D.O.L. di origine laziale

Ormai è partito il count down: la prima edizione di Formaticum, mostra mercato di realtà casearie italiane, apre dopodomani. Riassumiamo di seguito tutti gli appuntamenti dell’evento, in modo che possiate arrivare con le idee chiare!

Formaticum: orari e programma

La manifestazione si svolgerà presso lo spazio WE GIL, a trastevere. Sarà aperta dalle 11.00 alle 20.00 di sabato 23 febbraio e dalle 10.00 alle 19.00 di domenica 24 febbraio. Il biglietto di ingresso giornaliero di 5 euro comprende un calice da degustazione, una tasca porta bicchiere e una consumazione di vino. L’evento sarà strutturato in banchi d’assaggio e si potranno acquistare i prodotti direttamente dagli espositori a un prezzo disintermediato.

Oltre alle degustazioni, durante l’evento saranno tenuti dei seminari di approfondimento pensati sia per gli estimatori del formaggio che per gli addetti ai lavori. I seminari sono curati da ONAF Roma:

  • sabato 23 febbraio, 11.30-12.30: A ciascuno il suo – Influenza della diversità del latte nei formaggi
  • sabato 23 febbraio, 12.30-13.30: Fiordilatte o Mozzarella, questo è il problema – Confronto tra fiordilatte e mozzarella
  • sabato 23 febbraio, 17.00-18.00: 4 Ricotte, un solo amore – Le ricotte a confronto
  • sabato 23 febbraio, 18.00-19.00: Prove di matrimonio – Abbinamento 4 formaggi con 4 vini
  • domenica 24 febbraio, 11.00-12.00: Eppure fila… – La filatura dal vivo
  • domenica 24 febbraio, 12.00-13.00: Tavola rotonda – “Perché si parla male dei formaggi?” – La demonizzazione dei formaggi
  • domenica 24 febbraio, 17.30-18.30: Prove di matrimonio – Abbinamento 4 formaggi con 4 birre

Assegnazione del premio Roberto Molinari

Domenica 24 sarà assegnato un premio all’azienda partecipante che si è distinta per qualità e tradizione familiare. La decisione non facile, visto il livello dei produttori selezionati, sarà presa da una commissione formata da specialisti del settore nazionale. L’organizzazione di Formaticum ha deciso di istituire questo premio in onore e alla memoria di Roberto Molinari, giovane pastore scomparso in un incidente mentre pascolava il suo gregge di capre sugli altopiani di Arcinazzo, a pochi chilometri da Roma.

L’istituzione del premio ha l’obiettivo di riportare l’attenzione su uno dei lavori più antichi dell’umanità e premiare le scelte radicali di giovani che tornano alla terra e alla natura. Questi nuovi imprenditori diventano i custodi dei territori, delle loro ricchezze ambientali e culturali. Alcuni di loro si trovano a tutelare razze in via d’estinzione, come Marzia, sorella di Roberto. Ex cittadina, Marzia ora porta avanti un lavoro che preserva una tradizione agroalimentare, che è storia e cultura di un territorio.

Formaticum è organizzato da La Pecora Nera Editore e da noi di DOL Di Origine Laziale. E’ il patrocinato dalla Regione Lazio e gode del partenariato con ONAF, Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggio, e con le associazione di categoria CNA Alimentare e AEPER (Associazione Esercenti Pubblici Esercizi di Roma). Molti anche i partner tecnici: Egeria, Minimo Impatto, Magnolia e VDglass. Media Partner: Radio Rock e Passion Fruit Hub.

Partiamo per questa nuova avventura. Vi aspettiamo tutti, così un giorno potrete dire: ALLA PRIMA EDIZIONE DI FORMATICUM IO C’ERO! 😉

DOL DI ORIGINE LAZIALE

Filo diretto coi produttori :)

Come sa bene chi ci segue da tempo, tutti i prodotti che si trovano, sia in vendita che in somministrazione, nella bottega-ristorante in Via Panaroli, 35, sono il frutto di un’attenta scelta di produttori: produttori di vino che danno vita a etichette biologiche e da coltivazioni integrate, oppure di frutta e verdura, che provengono da due orti botanici a Poggio Mirteto e Sacrofano,  per fare solo alcuni esempi.

Questi produttori si inseriscono in un circuito che premia la qualità,  senza essere costretti a modificare il proprio lavoro per esigenze di mercato, come spesso capita nel nostro tempo; di conseguenza i nostri clienti possono scoprire ed essere gratificati da un cibo dal gusto non comune.

Ma alla squadra di Proloco Dol non basta. Soddisfatti della filiera attivata aspiriamo anche a un incontro tra le persone attraverso cui si può trasmettere la conoscenza vera di ciò che viene mangiato e bevuto. E così, come lo scorso autunno, anche quest’anno abbiamo iniziato i nostri giovedì con i produttori, serate di degustazione in cui ciò che è proposto al palato viene narrato da chi lo realizza ogni giorno.

Lo storytelling dei produttori permette una conoscenza della produzione del cibo concreta e completa. In molti casi le filiere virtuose portano anche a parlare dei temi dell’agricoltura sostenibile e dell’economia circolare, così importanti per Proloco DOL, che ha a cuore la tutela dei valori nutritivi del cibo e …di un futuro più vivibile.

L’anno scorso abbiamo incontrato tanti produttori di vino laziali. Quest’anno si comincia con la birra! La proposta è sempre quella di assaggiare varie referenze accompagnandole a un tagliere o a un piatto del nostro ristorante adatti a valorizzarne le caratteristiche. Il primo incontro si è svolto giovedì 25 ottobre, con il birrificio artigianale Mustacanus, realtà nata a sud di Roma da un hobby che poi… è diventato impresa. Tenete d’occhio la pagina Facebook Proloco Dol – Centocelle per essere aggiornati su prossimi appuntamenti!

Vi ricordiamo che da Proloco D.O.L. tutti i giorni è possibile gustare prodotti e piatti della tradizione territoriale del Lazio; tutti i giorni ma non oggi, che resteremo chiusi per la festività del 1° novembre.

Degustando D.O.L.

Con gioia prendiamo atto del fatto che i prodotti DOL, man mano che vengono incontrati e riconosciuti nella loro qualità, diventano oggetto di degustazioni in occasioni e contesti sempre nuovi e diversi.

Era in fondo uno degli obiettivi di Vincenzo Mancino, ideatore della “filosofia” Di Origine Laziale: ritornare al gusto originale, senza omologazioni commerciali, senza sofisticazioni industriali. Mettere in bocca un piccolo pezzo di cibo e imparare a sentire tutto il sapore della materia prima, espressione unica e genuina di un contesto di produzione, esaltato dalla lavorazione artigianale.

I prodotti DOL ci consentono questa esperienza: in un un solo boccone un’esplosione di gusto che racconta scelte ben precise e cioè la cura dei ritmi della natura e il mantenimento di una tradizione che valorizza la qualità.

Proprio una decina di giorni fa, i sapori DOL sono stati protagonisti di una DEGUSTATION PRODUITS “maison DOL” du Latium che si è svolta presso Il Villaggio Paris 13, emporio nella capitale francese dedicato proprio alle specialità regionali italiane. I prodotti proposti: Pecorino romano DOP, Guanciale, Lardo di Mangalitza e Provolone di Formia. La foto in apertura è presa dal post che racconta questo evento sulla pagina Facebook de Il Villaggio Paris 13.

Sempre nei giorni scorsi, all’interno di una rassegna enologica biennale organizzata da Terra Viva Roma, alcune specialità DOL hanno accompagnato una degustazione così raccontata dal Gourmet Errante Pasquale Pace:

Bianchi, rossi e bollicine di alto livello (chi più e chi meno) mi hanno accompagnato alla scoperta di 43 produttori e dei rispettivi territori e di tre distribuzioni. Ma un bel film non è composto solo da attori principali. Infatti ad attirare il mio interesse sono stati anche tutti i formaggi e gli affettati selezionati da “Dol” (di origine laziale) per l’evento. Il caprino nobile? WOW!

Ringraziamo il Gourmet Errante e Il Villaggio Paris 13 …e cogliamo l’occasione per invitare chi ci legge a sperimentare l’approccio DOL al cibo: un approccio che richiede un tempo dedicato, una lentezza (che fa bene al corpo e all’anima :)) necessaria a far sprigionare gli aromi; un approccio che privilegia la qualità sulla quantità, premiando così il gusto e il benessere.

DOL citato da Gourmet Errante

Proloco D.O.L. giovedì di degustazioni e BioSagra Kids

Proloco D.O.L. vi ricorda che anche questo giovedì dalle ore 20:00 proseguono gli incontri di degustazione nel nostro locale in via Panaroli 35.

Giovedì 28 settembre sarà nostra ospite l’ azienda vinicola Trappolini, i vini in degustazione saranno: Canaiolo Nero IGT Lazio, Procanico IGT Lazio Bianco, Aleatico IGT Lazio Rosso Passito (bottiglia Idea) accompagnati da un assaggio di prodotti della selezione D.O.L.

Domenica 1 ottobre, invece, saremo presenti all’ evento BioSagra Kids, una giornata di divertimento immersi nella natura con 60 chef e ristoratori di Roma e del Lazio, laboratori per bambini, arte e cultura a sostegno del Dipartimento di Scienze Neurologiche dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, per la ricerca sul ruolo terapeutico della dieta chetogenica nella cura dell’epilessia infantile.

Vi aspettiamo giovedì 28 settembre per l’ incontro di degustazione con l’ azienda vinicola Trappolini e domenica 1 ottobre in via Fioranello 34 negli spazi dell’Orto di Alberico con BioSagra Kids.

Trappolini

La storia del formaggio …secondo Vincenzo

“Storia del Formaggio, dalla Mesopotamia a Rebibbia”: già dal titolo si presenta come una degustazione tutta particolare quella che avrà luogo venerdì 26 maggio alle 19:30 al Circolo Sportivo Rai in Via delle Fornaci di Tor di Quinto.

Ciascun partecipante potrà assaporare tre tipi di formaggi da latte vaccino nobile e tre da latte di pecora, accompagnati da una selezione di vini del Lazio. Sarà possibile anche assaggiare il latte nobile e lo yogurt da latte nobile. Inoltre la serata prevede la produzione “in diretta” di ricotta con cagliata da latte nobile.

La degustazione sarà accompagnata dalla voce narrante di Vincenzo Mancino, che del formaggio racconterà “tutto quello che avreste sempre voluto sapere…”, ripercorrendone la storia dalle origini fino ai giorni nostri. L’esperienza di Vincenzo Mancino con D.O.L. e con il progetto “Cibo Agricolo Libero” saranno parte di questo racconto, in cui il formaggio diventa mezzo per valorizzare competenze e territori e per promuovere il cambiamento sociale.

La serata, che prevede la prenotazione obbligatoria, è organizzata da La Pecora Nera, famoso editore di guide sulla ristorazione, e da La Rosa dei Venti, associazione culturale di appassionati di arte ed enogastronomia specializzata in eventi, che permettono di scoprire e conoscere le realtà della produzione italiana di vini e cibi tipici.

Terraviva in degustazione (Roma, 25-26 maggio 2014) per una terra sana, vitale, libera da logiche industriali

terravivaUn nuovo appuntamento dedicato al gusto e alla valorizzazione e al rispetto delle ricchezze enogastronomiche del territorio: vi aspettiamo a Terraviva ai Casali di Capobianco in via Nomentana 1451 (Roma), domenica 25 maggio dalle ore 10:00 alle 20:00 e lunedì 26 maggio dalle ore 10:00 alle 15:00.

Come ricorda il blog “Degustazioni”: a Terraviva si potranno, come sempre, “degustare i prodotti gastronomici della tradizione laziale selezionati da DOL di Vincenzo Mancino“.

Inoltre:

Terraviva è un percorso di passione e ricerca. È la voglia di essere, nel piccolo, ambasciatori di una terra sana, vitale, non offesa dalle alchimie. Dove il lavoro ad essa dedicato sia fondato sul rispetto del territorio delle persone, ed il cui frutto sia libero da logiche industriali. Terraviva è una grande opportunità di incontro, conoscenza e confronto con le aziende rappresentate, con la partecipazione dei produttori. Fuori dal centro di Roma, prediligendo l’idea di passare una giornata diversa, nel verde della campagna romana“.

Per maggiori informazioni su prezzi, produttori e altro rimandiamo al Blog “Degustazioni”