Omaggio all’olivicoltura

vincenzo-mancino-con-loriana-abbruzzetti

Lo scorso 2 febbraio presso la sede della Confagricoltura a palazzo Della Valle in Roma si è tenuta la premiazione dei finalisti del Concorso culturale intitolato a Ranieri Filo della Torre, direttore del Consorzio Olivicolo Italiano. Elia Fiorillo, in rappresenza del Sindacato scrittori, ha così introdotto l’evento:

Il premio è un’occasione d’unità vera del settore per fare cultura, (…) per “ri-scoprire” i valori propri del mondo agricolo, con i suoi riti e le sue leggende, con le storie e i canti che parlano di eroi e di briganti, ma anche e soprattutto di solidarietà.

L’evento è stata promosso dall’Associazione Pandolea, che riunisce donne imprenditrici di piccole e medie imprese produttrici di olio extravergine di qualità. Obiettivo del premio era proprio di esaltare sul piano artistico il mondo dell’olivicoltura.

Vincenzo Mancino di PROLOCO DOL, da sempre vicino ai produttori e produttrici dell’olio, ha sostenuto l’iniziativa offrendo agli oltre 150 partecipanti un ottimo buffet tutto rigorosamente di origine laziale.

Tra gli enti patrocinatori dell’evento figurano Fico Eataly World, Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio, Università degli Studi Mediterranea Reggio Calabria – Dipartimento di Agraria, Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Agraria, Università degli Studi di Perugia – Dipartimento di Scienze Agrarie, Consorzio Mangiare Italiano, Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali.

Nella foto in alto Vincenzo Mancino con Loriana Abbruzzetti Presidente dell’Associazione Pandolea.

premiazione-filo-della-torre

 

Proloco Dol: #amore per il buon cibo e il territorio

Proloco Dol

In questa giornata di S.Valentino non potevamo esimerci dall’esprimere il nostro amore per il gusto e il buon cibo (che si traduce anche in rispetto del territorio e, giorno per giorno, in azioni concrete contro lo spreco alimentare come per la doggy/dolly bag!!!) e dall’omaggiare il nostro primo amore: il Conciato di San Vittore!

Un amore di progetto in progetto: il Conciato di San Vittore a base di latte ovino biologico della campagna romana ed erbe aromatiche dei Monti Aurunci è una ricetta unica tramandata oralmente per secoli e ora “donata con amore” da un anziano produttore di San Vittore alla cooperativa casearia del penitenziario femminile di Rebbibia. Un formaggio che potete trovare da Proloco Dol e con il nome di Cibo Agricolo Libero.

Oltre al Conciato di San Vittore, oggi e non solo, per il vostro partner o semplicemente per amore verso voi stessi e il vostro territorio potrete trovare prelibatezze e rarità enogastronomiche del Lazio nel nostro catalogo “Selezione Di Origine Laziale” e per maggiori informazioni vi invitiamo a scoprire il nuovo sito work in progress  Proloco Dol – Di Origine Laziale oppure le nostre tavole in via Domenico Panaroli 35, a Roma, dal lunedì al sabato!

Conciato di San Vittore: primo amore

Semplicemente amore per il gusto e il buon cibo www.dioriginelaziale.it

Biologico e dal sapore unico! Degustazione di prosciutto da Proloco DOL

vincenzo-mancino-e-il-prosciutto-bio

Lunedì scorso una nuova prelibatezza ha conquistato i palati degli ospiti di Proloco Dol. Alle ore 18:30 minuto più minuto meno, Vincenzo Mancino ha dato il via all’apertura di un prosciutto biologico di Monterotondo, caratterizzato da una speciale stagionatura: ben trenta mesi di cui due mesi in vinaccia di Merlot.

prosciutto-bio-dol

Come era questo prosciutto? Di colorazione rosso-rosata, caratteristica della stagionatura in vinaccia, e di alta marezzatura, ovvero con una buona presenza di grasso all’interno della massa muscolare, che conferisce fragranza e “scioglievolezza” al prodotto. Al primo assaggio, tanti gli aromi che si sprigionavano in bocca, un sapore unico, che, andando avanti con il taglio, si faceva più delicato  mantenendo il gusto profumato delle vinacce. Valorizzato dalla pizza bianca (ricetta romana naturalmente!) calda calda, che ne accompagnava la degustazione.
Non vi resta che venire a provarlo, insieme ai tanti prodotti Dol, selezionati con cura in tutto il Lazio per garantirvi alta qualità, tradizione e sostenibilità! E soprattutto bontà. Vi aspettiamo da Proloco Dol, in via Domenica Panaroli, 35, a Centocelle.

Tra le migliori osterie di Roma? Proloco Dol :-) !!!

Sul sito-web Luciano Pignataro Wine Blog il post dal titolo Guida Roma | Le dodici (più cinque) migliori osterie di Roma a cura di Virginia Di Falco si riconferma Proloco Dol, a via Domenico Panaroli 35 nel quartiere di Centocelle.

I criteri utilizzati sono stati:

«Virgi’, mi suggerisci un buon posto dove mangiare a Roma?». Laddove per BUONO si intende, il 99% delle volte:

  • cucina della tradizione romanesca

  • una carta dei vini non da rapina e/o vino della casa potabile

  • un (almeno) discreto rapporto qualità prezzo, mantenendosi sui 35-40 euro.

  • atmosfera accogliente e servizio informale

E su ProLoco Dol si riporta:

Ha praticamente inventato un marchio di successo, Vincenzo Mancino, partendo (quasi) dall’acqua calda: Dol come Di Origine Laziale, prima un piccolo negozio con prodotti esclusivamente regionali; poi un’osteria con bottega in una zona di Roma che grazie anche a questo tipo di iniziative è riuscita a far emergere una propria identità comunitaria di quartiere.
Da non perdere: la pizza in teglia all’amatriciana e una puntatina al banco dei formaggi.

Tra le migliori osterie di Roma Proloco Dol

(NdR: neretto non presente nel testo originale)
Foto: La pizza in teglia di Pro Loco DOL, ripresa dal Luciano Pignataro Wine Blog

 

Gustoso e altamente nutritivo: il Latte Nobile

latte-nobile

Ancora un passo in direzione della qualità e della sicurezza del nostro cibo, e in particolare del formaggio: il progetto del marchio Latte Nobile, a garanzia che il latte provenga da animali allevati all’aperto e con il nutrimento di erbe diverse che arricchiscono il prodotto finale. Ne parla un articolo del sito Sale&Pepe.it, firmato da Carola Traverso Saibante:

Qualità del latte non è solo una questione di apporto proteico e di grassi (nel Latte Nobile prevalgono quelli insaturi) ma di equilibrio tra le varie sostanze chimiche ed elementi nutrizionali acquisiti grazie all’ingestione delle varie erbe da parte degli animali. Trifoglio, lentischio, veccia, cumino e menta selvatica, erba medica, lupinella, fleo… ogni erba apporta un contributo diverso di vitamine, omega, antiossidanti, e poi ancora terpeni, polifenoli, flavonoidi, alcoli… e conferisce al latte particolari odori e sapori. Più erbe mangia un animale, più il latte si arricchisce a livello aromatico e nutrizionale. Ben diverso è ciò che arriva dall’allevamento intensivo e dai mangimi concentrati, che danno origine a un latte più scadente, sulla cui composizione e qualità chi produce formaggi ha ben poco controllo.

L’Associazione Latte Nobile Italiano ha creato un Disciplinare che prevede una razione alimentare per l’animale priva di insilati, OGM e integratori e composta per almeno il 70% da erba (minimo cinque diverse essenze) e fieno. Una alimentazione di questo tipo permette di ottenere un latte gustoso e ricco di tutte le componenti nutrizionali.

La scelta di un latte aromatico, nutriente e proveniente da bovini e ovini felici (in libertà e all’aria aperta!) è da sempre la scelta di Cibo Agricolo Libero, per tutte le proprie produzioni, e di Proloco Dol, nella quotidiana ricerca di piccoli artigiani dell’ agroalimentare, il cui rispetto dei cicli naturali e la cura nella realizzazione dell’alimento portano a un prodotto di straordinaria eccellenza e dal gusto unico. Plaudiamo dunque a questo nuovo progetto a tutela dei consumatori,  invitandovi a venire ad assaggiare i formaggi di qualità che Proloco Dol vi propone ogni giorno: una volta sentita la differenza sarà difficile tornare indietro!

i-meravigliosi-caci-di-proloco-dol

“Canzoni Sparecchiate”: martedì in musica… da tavola… da Proloco DOL!!!

Canzoni Sparecchiate da Proloco DolProloco DOL (Di Origine Laziale) ha riaperto ufficialmente ieri, dopo una breve pausa, per proporci anche quest’anno i suoi squisiti prodotti, tradizionali e tipici,  selezionati direttamente sul territorio, allo scopo di valorizzarli e tutelarli (salvaguardando la biodiversità della produzione agroalimentare).

Questa sera (martedì 10 gennaio) DOL vi invita a una prima gaudente iniziativa per iniziare bene il 2017! Per appagare (più sensi del solito) vi aspettiamo con una cena in musica, in compagnia delle Canzoni Sparecchiate del duo Rufo Galati.

rufo-galatiLa calda voce di Virginia Rufo e la chitarra di Giufà Galati ci proporranno, come recita la pagina Facebook dell’evento, “un’ora abbondante di musica tra prelibatezze e succulenteria…“.

L’appuntamento è dunque per oggi dalle ore 21 alle ore 22:30 circa, in via Domenico Panaroli 35, a Centocelle.

Caldamente consigliato prenotare telefonando al numero 06-24300765 (Proloco DOL)!

dol