Un pecorino biologico? Il Pecorino della Sabina DOL

Pecorino-biologico-della-Sabina-selezione-DOL

Un prodotto come il pecorino biologico può racchiudere dentro di sé il meglio della produzione casearia italiana. In molti casi di eccellenza, infatti, un pecorino biologico ha alle spalle una storia che comprende

  • modalità di allevamento rispettose dell’animale e dell’ambiente,
  • una materia prima di altissima qualità
  • una produzione presso realtà economiche di piccole dimensioni, attente all’ecosistema in tutti i suoi aspetti
  • una tradizione casearia antica e legata alle specificità del territorio.

Di certo questo è il caso dei formaggi DOL in generale e naturalmente di quelli da latte ovino. Nella linea DOL Pecorini della Tradizione troviamo ad esempio il Pecorino della Sabina biologico. Si tratta di un formaggio a latte crudo o termizzato a pasta semi cotta. La produzione, è proprio il caso di dirlo, è storica: la Sabina è sempre stata, ed è ancora, area di pastorizia sia stanziale che transumante.

Il Pecorino della Sabina DOL viene creato con cura da Ecofattorie Sabine, una cooperativa agricola di Poggio Mirteto, in provincia di Rieti. Tra i suoi prodotti, tutti biologici certificati, troviamo appunto pecorini di varie stagionature, salsicce, carne di pecora eccetera.

Il Pecorino della Sabina ha un gusto deciso, leggermente piccante. Dopo la cagliatura viene cotto 10 minuti e poi messo in forma. L’asciugatura a temperatura ambiente è seguita da una doppia stufatura e dalla salatura in salamoia. Il passaggio finale è la stagionatura su assi di legno. Umidità, temperatura e luce sono decisivi per una maturazione equilibrata.

Il classico Pecorino della Sabina stagiona da 1 a 6 mesi, invece la variante denominata Pecorino della Sabina in Grotta matura per oltre 24 mesi. La stagionatura in grotta risale all’antichità: il formaggio si affinava in grotte naturali, abbastanza comuni nell’Italia centrale. Oggi si unisce tradizione e tecnologia: le stanze o celle adibite alla stagionatura hanno un microclima regolato con la massima precisione e vigilato costantemente da termometri e misuratori di umidità.

Che dire di più? Noi di DOL vi consigliamo almeno un assaggio. Se troverete il Pecorino della Sabina e il Pecorino della Sabina in Grotta irresistibili state sereni: abbiamo pezzature da oltre 20 kili! 😉

La migliore pizza nazionale? In gara anche le pizze DOL

pizza-proloco-DOL-centocelle

La migliore pizza d’Italia sarà proclamata il prossimo lunedì, 11 novembre presso il Centro Congressi La Nuvola, durante la rassegna enogastronomica Excellence Roma 2019.

Il Pizza Awards 2019 prevede di rendere omaggio, con 35 diverse categorie di premi, a pizzerie e pizzaioli che si sono distinti negli ultimi 12 mesi, sotto diversi aspetti. La giuria sarà formata da quasi 200 giornalisti gastronomici italiani e da qualificati esperti di pizza in Italia.

Cosa sarà valutato da questi super esperti? Impasto, materie prime utilizzate, condimento e grado di digeribilità, ma anche altre caratteristiche, per esempio creatività, tradizione, attenzione verso intolleranze e allergie, e così via. Infine sarà giudicato anche il contesto in cui il prodotto viene proposto: il servizio in sala, l’ambiente, la scelta di vini e di birre.

Dunque nelle categorie di premi ci saranno la Migliore Pizza Contemporanea, la Migliore Pizza Tradizionale, Migliore Pizza Chef Donna, Miglior Pizza Chef Uomo, Migliore Pizza Bio, Miglior Pizza Senza Glutine, Miglior Carta Vini e Birre, e altre ancora. La scelta dei vincitori avverrà tra solo 100 pizzerie selezionate in tutta Italia! Tra queste ci sono anche due pizzerie che portano avanti i valori di DOL.

Infatti nelle 12 pizzerie selezionate nel Lazio ci sono Proloco Dol Centocelle e Proloco Pinciano. Due pizzerie che hanno molto da offrire, lasciatecelo dire! In merito alla tradizione regionale, alla qualità degli ingredienti, ma anche sull’originalità degli abbinamenti delle materie prime tanto da averci ormai abituati alla definizione pizza gourmet!!!

La presenza in questa ristretta cerchia di concorrenti ci entusiasma e ci fa già sentire un po’ vincitori! Allora buona pizza a tutti, meglio se con i prodotti DOL 😉

Primo novembre: aperture e chiusure

proloco trastevere

Questo primo novembre di venerdì lo abbiamo aspettato a lungo: per i più fortunati saranno tre giorni consecutivi di riposo, un tempo giusto anche per abituarsi ai ritmi cambiati dal ritorno dell’ora solare… 😉

Per chi, in questo giorno di relax, avesse voglia di gustare i sapori unici del Lazio della selezione DOL, ecco pronte tutte le informazioni:

  • Proloco Trastevere in Via Goffredo Mameli n° 23, sarà aperto secondo il consueto orario da mezzogiorno all’una di notte;
  • Proloco Pinciano in Via Bergamo n°18, sarà aperto sia a pranzo che a cena;
  • Proloco Dol Centocelle in Via Domenico Panaroli n° 35, resterà chiuso venerdì 1 (sabato 2 invece apertura regolare).

Insomma i prodotti DOL cercano sempre di essere raggiungibili e disponibili… perché ogni lasciata è persa 🙂 ! Buona festa.

[Protagonista della foto di apertura l’ottimo pollo alla brace con cipolline agrodolci e patate cotte nella cenere di Proloco Trastevere]

Un prodotto tipico del Lazio: la schiacciata romana DOL

prodotto-tipico-del-Lazio-schiacciata-DOL

Prodotto tipico del Lazio, di manifattura antica e artigianale: oggi vi presentiamo la Schiacciata Romana. Si tratta di un salame dal colore rosso scuro, che viene arricchito con piccoli dadi di lardo. L’impasto è denso e compatto, il gusto dolce e sàpido.

Il nome si riferisce alle modalità di stagionatura: durante i mesi di maturazione il salame viene pressato tra due assi. Al termine del periodo di stagionatura risulta così la forma caratteristica. Viene anche chiamata Spianata.

La materia prima è carne di maiale italiano di alta qualità, macinata finemente. Vi si aggiunge il sale, il lardo tagliato a cubetti e, nel caso della Schiacciata piccante, il peperoncino. Successivamente l’impasto viene insaccato in budello naturale, e mandato a stagionare e pressare. Noi di DOL abbiamo a lungo cercato una schiacciata da inserire nella selezione ma la volevamo talmente perfetta che …abbiamo deciso di produrla noi! 😉

Abbiamo affidato la “nostra” ricetta a un salumificio della Tuscia, il salumificio GAM a Montefiascone, attento alla genuinità e con oltre sessanta anni di esperienza. GAM realizza la Schiacciata Romana DOL sotto la nostra supervisione: la schiacciata stagiona 2 mesi, ha la pezzatura di 2 chili e non contiene conservanti né lattosio, solo suino, sale e peperoncino!

Un altro gioiello del nostro territorio assolutamente da assaggiare!!  🙂 E per i ristoratori che vogliono far scoprire la Schiacciata DOL ai propri clienti, c’è una promozione fino a metà novembre: scriveteci o chiamateci…

📧dol@dioriginelaziale.it
☎️06 90235269

Il pranzo domenicale con le specialità del Lazio

Pranzo-domenicale-Proloco_trastevere

Un pranzo domenicale su misura per chi ama scoprire le specialità agricole e gastronomiche del luogo in cui si trova. Dalla squadra di Proloco Trastevere ancora una proposta per assaporare la selezione DOL, ovvero tanti prodotti scelti nel corso di anni che racchiudono il meglio, secondo noi, 😉 della produzione laziale.

Parliamo del “Pranzo Contadino”, un nuovo appuntamento settimanale in cui ampio spazio trovano i taglieri di prodotti della selezione DOL. Prende il nome dalla portata principale, il Piatto del Contadino, una ricca proposta di formaggi, salumi, verdure di stagione e altre specialità calde e fredde. A tutto questo si aggiunge un primo o un secondo a scelta e, per chiudere in bellezza, un dolce del giorno. Il prezzo a persona è di 25 euro.

Pranzo, cena, pizza serale, aperitivo Sette Bocconi (sette assaggi di prodotti tipici, piatti caldi e freddi da degustare insieme a vino o birra o cocktail… tutto rigorosamente di origine laziale), e ora anche il Pranzo Contadino. Proloco Trastevere trova sempre nuovi modi per proporci le eccellenze DOL del territorio e i piatti della tradizione romana e laziale!!

Il Pranzo Contadino inizia presto, alle 12, e va avanti fino alle 15.30. Chiamatelo brunch servito, chiamatelo pranzo domenicale, Proloco Trastevere vi aspetta ogni domenica con la sua tavola imbandita di meravigie D.O.L.!! 😉

Prodotti tipici della Tuscia: i legumi della selezione DOL

prodotti-tipici

I prodotti tipici della Tuscia non sono pochi: la terra è generosa e la tradizione è antica. I vini, l’olio evo DOP, le castagne e le nocciole dei monti Cimini, sono conosciuti e apprezzati dai locali e in tutto il mondo. Ma un’altra grande ricchezza, che DOL non si è lasciata sfuggire, è quella offerta dalla grande varietà di legumi.

Infatti, tra le tradizioni di questo territorio incontaminato rimaste immutate nel tempo c’è la coltivazione di specie autoctone di legumi, uniche nel mondo.  I loro stessi nomi richiamano a riti e credenze locali.

Prodotti tipici della Tuscia: storia, tradizione…

Come ad esempio il cece del solco dritto di Valentano, trovato in documenti medievali e forse presente già al tempo degli Etruschi! Deve il suo nome a una festa contadina che si svolge il 14 agosto. I buoi tirano un solco nella piana sottostante il paese e se il solco riesce dritto è di buon auspicio! Questo legume è coltivato a circa 400 metri in terreni vulcanici adiacenti il Lago di Bolsena.

Oppure il fagiolo del Purgatorio di Gradoli, ricco di vitamina B, calcio e ferro. Era il piatto principale del pranzo del mercoledì delle ceneri, detto appunto pranzo del Purgatorio, organizzato nel comune di Gradoli già dal 1600.

La lenticchia di Onano, anch’essa di tradizione etrusca, molto digeribile e dal sapore gustoso regalato dal terreno vulcanico, tiene bene la cottura ed è perfetta per le zuppe.

Questi prodotti sono tutti nell’elenco dei prodotti tradizionali della Regione Lazio. Alcuni, come la lenticchia, il fagiolo di Gradoli e il fagiolo Verdolino anche nel registro volontario regionale delle risorse genetiche a rischio erosione. Offrire un mercato a questi prodotti è anche un contributo nel mantenimento della biodiversità agricola.

…qualità e benessere

La selezione DOL ha scelto i legumi dell’azienda Cerqueto di Acquapendente, in provincia di Viterbo. Il suo ambito di azione sono proprio i prodotti tipici e biologici, con uno spazio particolare dedicato ai legumi e ai cereali italiani e dell’alto Viterbese. Cerqueta segue il prodotto lungo tutta la filiera: dalla coltivazione, alla selezione, trasformazione, confezionamento e commercializzazione. L’obiettivo è la tracciabilità e la garanzia della qualità, assolutamente in armonia con la mission di DOL.

Ricordiamoci sempre di inserire i legumi secchi nella nostra alimentazione! Questi ci mettono a disposizione tante proteine, fibre, calcio e pochi grassi. La qualità nutritiva delle proteine aumenta, avvicinandosi a quella delle proteine animali, quando sono consumati insieme ai cereali. Se poi la materia prima è garantita da DOL …allora gusto, ambiente e benessere sono sempre premiati! 😉

 

Un cibo genuino …e sostenibile

Che il “cibo genuino” possa essere nel contempo il prodotto di un’agricoltura sostenibile per il pianeta è una consapevolezza recente. Il cibo genuino dei nostri nonni (e bisnonni) contadini e allevatori era … il frutto del loro lavoro. Si trattava di piccole realtà agricole che offrivano a famiglie e comunità il nutrimento quotidiano.

Ora trovare vero cibo genuino è diventata un’impresa ardua, almeno per chi vive in città. A disposizione dei consumatori c’è una tracciabilità della filiera sempre più ricca ed esaustiva ma resta il fatto che ciò che mangiamo tutti i giorni spesso è prodotto da grandi aziende di stampo intensivo e industriale.

Proprio questi prodotti sono quelli più diffusi e reperibili, considerando anche che l’attuale modello di finanziamenti europei privilegia spesso quel tipo di azienda, che è decisamente più inquinante! In questo modo le attività agricole di dimensioni minori e più sostenibili tendono più facilmente a scomparire.

Noi di DOL da sempre ci muoviamo in … contro-tendenza. Col nostro lavoro ampliamo il mercato di aziende piccole e piccolissime. Più volte abbiamo evitato la chiusura di attività e l’estinzione di prodotti. Le prelibatezze gastronomiche che ricerchiamo e scegliamo per voi sono realizzati da produttori che salvaguardano i prodotti vegetali e zootecnici del Lazio.

Le aziende che noi di DOL selezioniamo sono, insomma, inserite positivamente negli ecosistemi locali. Inoltre l’artigianalità tutela il gusto e le proprietà nutritive e la conservazione dei prodotti tradizionali valorizza le tipicità e la biodiversità dei territori.

Come sa chi ci frequenta da tempo, la nostra linea di distribuzione fa uscire questo cibo genuino dalla nicchia e lo rende raggiungibile da sempre più consumatori. Perché siamo convinti che mangiare bene sia la soluzione a più di un problema! “Mangiare meno e mangiare meglio” è un motto che può fare al caso nostro, che ne pensate? 😉