Una new entry nella Selezione DOL !

salame bastardo cinta senese Selezione DOL

Con molto piacere vi segnaliamo che la Selezione DOL si è arricchita di un nuovo e pregiato protagonista. Esso nasce ai confini del Lazio, da una collaborazione che vede un antichissimo allevamento toscano incontrare una produzione artigianale della Tuscia laziale.

Si tratta del bastardo di cinta senese, salume dall’aroma e dal profumo caratteristici. Si realizza con le carni di una razza rustica forse già allevata al tempo degli antichi romani, in ogni caso ritratta in affreschi del 1300. La fascia bianca che interrompe il pelame nero e lucido dell’animale ha dato origine al nome, insieme alla zona originaria di diffusione, la Montagnola Senese, un territorio boscoso vicino Siena.

Tuttora i suini crescono con il nutrimento offerto dalla vegetazione della Macchia mediterranea (castagni, lecci, cerri, corbezzolo, ecc.), integrato in momenti di minore disponibilità. Così recita il disciplinare:

“gli animali devono soggiornare quotidianamente in appezzamenti di terreno sia recintati sia non recintati, provvisti di eventuale ricovero per le ore notturne e anche in caso di condizioni climatiche sfavorevoli. L’integrazione giornaliera alimentare ammessa non può essere superiore al 2% del peso vivo; i costituenti di questa devono provenire per almeno il 60% dall’area geografica di produzione e si tratta per lo più di soli cereali integrali”

I piccoli allevamenti sono gestiti dall’azienda Biamiata, impegnata da anni nella rivalutazione e tutela della specie e di conseguenza specializzata in carni di altissima qualità. Il nostro salame bastardo viene poi trasformato dal salumificio GAM a Montefiascone, attivo dal 1953.

E torniamo al nostro salame! Viene realizzato con il magro scelto e di spalla. Circa un 20% del prodotto è costituito da cubetti di grasso dello stesso animale. Questi, infatti, gli conferiscono la consistenza morbida grazie a cui si scioglie in bocca. Nei pezzi più piccoli anziché aggiunto a cubetti il grasso viene macinato finemente.

Si presenta in pezzature di circa 1,7 kg. Gli ingredienti sono dunque: carne suina di cinta senese, sale e pepe. Non contiene assolutamente conservanti, additivi, glutine, derivati del latte, lattosio. La stagionatura dura circa 2-3 mesi. Non resta che assaggiarlo e dare a DOL un parere sulla scelta fatta! 😉

Questa sera e domani, due grandi appuntamenti a Proloco Trastevere

Proloco Trastevere

Oggi e domani vi aspettiamo a Proloco Trastevere con DUE serate uniche: memorizzate 😉 e partecipate!

  • MARTEDÌ 28 ci sarà l’ultima Carboneria della stagione, imperdibile!!
  • MERCOLEDÌ 29 il Funky Tomato Party, una festa per #alimentarelacultura!!

Per prenotazioni chiamate il numero 06 45596137 e …raggiungeteci in Via Goffredo Mameli 23.

Martedì: musica, affabulazioni, improvvisazioni, e… tanta vita!

Andiamo con ordine: questa sera (28 maggio) vi aspettiamo dalle 20 alle 22 per la cena a base dei prodotti Di Origine Laziale e alle 22 …al via lo show carbonaro con 3 nuovi artisti!!

Artista 1. Andrea Satta: di giorno cura i bambini, di sera fa il cantante di una formazione molto conosciuta, i Têtes de Bois. Da sempre amante della musica, mentre frequenta Medicina studia canto e coltiva una grande passione per i poeti e gli chansonnier francesi, in particolare per Leo Ferré. Nel 1992 fonda con Angelo, Carlo e Luca i Têtes de Bois. Voce e autore dei testi della band, è ideatore e direttore artistico dei molti progetti portati avanti in questi anni (“Stradarolo”, “Sotto il cielo di Roma e Berlino”, “Ferrovia dell’Allume”, “Avanti Pop”, “41° Parallelo”, “Festival della Bicicletta”, “Palco a Pedali”).

Poeta e scrittore, è stato inviato al Giro d’Italia e al Tour de France per il Manifesto e L’Unità (su quest’ultima testata con il vignettista Sergio Staino). Ha partecipato come co-protagonista, co-sceneggiatore e autore delle musiche al film “Passannante” di Sergio Colabona. Il suo ambulatorio pediatrico a Valmontone è diventato punto di riferimento per la comunità:  su invito di Andrea, mamme di tutto il mondo da 7 anni si incontrano lì, una volta al mese, e si raccontano le storie dei loro paesi. Intanto condividono cous cous e felafel e fejoada e …escono dalla propria solitudine. Un’esperienza che è diventata un libro e poi un festival itinerante.

Proloco Trastevere LA CARBONERIA

Artista 2. Pino Marino, cantautore, compositore, autore, pianista e chitarrista. Ha una scrittura musicale e testuale molto originale legata alla tradizione del cantautorato italiano, in cui mescola osservazioni surreali a istantanee lucidissime sul presente. Ha iniziato portando la sua musica nei locali capitolini. Al Folkstudio ha incontrato Danila Massimi e Stefano Rossi Crespi, con cui ha dato vita al progetto Pi.Ste.Da.Pi., vincitore del Premio Recanati nel 1995 con la canzone “Non varcare”.

Sciolto il trio, successivi progetti lo vedono più volte premiato: nel 1999 il Premio Italiano Giovani de La Repubblica, poi il Premio Italiano Musica Emergenti, il Premio Ciampi, e il Premio M.E.I. come “Miglior cantautore dell’anno”. Tra il 2000 e il 2015 pubblica 4 album di inediti, condivide con Niccolò Fabi il tour “Una sola moltitudine”, collabora con Daniele Silvestri, Roberto Angelini, Massimo Giangrande e diventa produttore artistico della rock band Madreperla. E’ inoltre uno dei fondatori dell’Orchestra di Piazza Vittorio e della “Brigata Preneste”, gruppo ciclistico e letterario che unisce bici, salvaguardia del bene comune popolare e scrittura di viaggio.

Artista 3. Angelo Pelini, pianista, compositore, insegnante di musica. Ha studiato piano e composizione ai conservatori di Roma e L’Aquila, musica corale, direzione corale e composizione a S. Cecilia. Per 6 anni ha diretto una corale alla periferia di Roma, ha eseguito anche, come pianista e/o organista, numerosi concerti di musica da camera, leggera e jazz.

Sa arrangiare, orchestrare e comporre per ogni esigenza: ha creato musiche per teatro, documentari e film, per gruppi orchestrali classici, gruppi rock e jazz, gruppi corali professionali, dilettanti e…scolaresche. Ha anche scritto e scrive musica per Rai Trade Music Publishing. Ha insegnato solfeggio, pianoforte, armonia e composizione sia in scuole pubbliche che private.  I Têtes de Bois sono la band che ha fondato con Andrea Satta e la loro storia va avanti dal 1992!

Artista 4, ovvero the joker! L’accoglienza, il supporto e l’intrattenimento degli ospiti saranno come sempre curati dal versatile Francesco Forni, chitarrista e cantautore, arrangiatore, produttore, autore di progetti teatrali, di compilation e di colonne sonore per il cinema… e grande animatore della Carboneria!!

Proloco Trastevere Funky Tomato

Mercoledì: un progetto sociale di Rete e …una festa con dj set!

Domani, MERCOLEDÌ 29, vi aspettiamo invece con il Funky Tomato Party!! Vogliamo festeggiare l’inizio della “comunità economica solidaleFunky Tomato: una proposta culturale ed economica di filiera agroalimentare senza sfruttamento e un’opportunità di formazione e inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati.

Mercoledì sera Funky Tomato, con la Cooperativa (R)esistenza, La Fiammante, Oxfam Italia, Storytelling Meridiano, AgroBIO Sosteria Agricola, OP Mediterraneo e naturalmente con noi di DOL (Di Origine Laziale), da sempre sostenitori e acquirenti della “passata etica” di Funky Tomato, festeggeremo il contratto di rete 2019 e lanceremo la Campagna di Preacquisto. Costo della serata (consumazione inclusa) €20. Info: 📞0645596137.

 

Una Pasqua BUONA!

proloco trastevere pasqua

Questo aprile pieno di feste e ponti lo abbiamo aspettato a lungo e siamo arrivati agli ultimi giorni per organizzare… Vi giunga dunque il nostro invito per trascorrere insieme una mattina di Pasqua all’insegna della genuinità e della tradizione!

Parliamo naturalmente della Colazione di Pasqua organizzata da Proloco Trastevere. Protagonista assoluto il mondo D.O.L. che mette in tavola le proprie materie prime a chilometro zero, prodotti custodi dell’artigianalità gastronomica laziale. Queste materie prime a Pasqua diventeranno ingredienti e pietanze di un menù davvero speciale!

Ma dove lo trovate il vero Casatiello fatto in casa se siete a corto di parenti partenopei? 😉 E l’ottima corallina di Montefiascone, prodotta con il 30% di lardello? E i pici fatti a mano con le migliori qualità del grano duro, saltati con tutti gli ortaggi della primavera? (i “vignaroli”, in romanesco, erano i contadini che vendevano frutta e verdura)

Come potete vedere di seguito, il menù è lungo e prevede anche alternative vegetariane alle pietanze di carne e ai salumi. Leggetelo tutto e fatevi tentare da una Pasqua golosa nel cuore di Roma! Proloco Trastevere, in Via G.Mameli 23, vi aspetta domenica 21 aprile (che è anche il Natale di Roma!!) alle ore 12. Però, magari… prenotate prima 🙂

Dol Pasqua 2019

 

Tris di DOL !

Proloco Trastevere

Luciano Pignataro è uno dei più noti food blogger del panorama italiano. Giornalista, scrittore e gastronomo, ha collaborato con Slow Food e da tempo cura un blog che porta il suo nome.

In 15 anni di recensioni di locali, rigorosamente di qualità!, della capitale e dintorni ha stilato una lista di “posti imperdibili”. La lista è stata ha pubblicata online poco tempo fa, in un lunghissimo post dal titolo GUIDA DEFINITIVA | Osterie, ristoranti, pizzerie, bistrot, botteghe: 101 posti da non perdere a Roma e nel Lazio.

Sul web qualcuno ci ama…

Pignataro parte dalle osterie della cucina tradizionale romana, prosegue con pizzerie, ristoranti e bistrot, fa un’incursione nelle pasticcerie e nei migliori posti per fare colazione e termina con rivenditori/gastronomie a volte dotati di cucina. Le ultime 23 segnalazioni sono dedicate a ristoranti e osterie “fuori porta” (non su Roma).

Ogni locale citato è accompagnato da una breve, significativa descrizione e dalla foto di una portata “di punta” che lo caratterizza. E la sigla DOL compare tre volte, ovvero su 101 posti elencati, tre sono DOL! Naturalmente Proloco Dol a Centocelle, Proloco Pinciano e l’ultima nata Proloco Trastevere.

I prodotti dell’enogastronomia laziale che selezioniamo e che rielaboriamo seguendo tradizione e creatività ci rendono tre volte presenti 😉 nella proposte consigliate da Luciano Pignataro, che ringraziamo!

…e complimenti al fotografo 🙂

Imperdibili anche le invitanti foto delle portate Dol che il blogger ha immortalato e che vi riproponiamo: rigatoni al ragù di mangalitza per  Proloco Trastevere (in apertura), polpette di coda per Proloco Pinciano, fettuccine con broccolo romano e guanciale per Proloco Centocelle.

Proloco PincianoProloco Centocelle

Un brindisi a Natale e il Cenone di Capodanno con Proloco Trastevere

L’anno sta per finire, è tempo di bilanci: non siate troppo severi, i migliori risultati spesso si ottengono da periodi difficili che poi offrono spunti per grandi idee e belle novità. Anche per noi di D.O.L. è stato un anno ricco di novità e sfide, che ci ha reso orgogliosi del lavoro fatto e della fiducia che ci fate sentire ogni giorno.

Questo Natale vogliamo dire grazie a tutti voi e a tutte le piccole imprese artigiane della gastronomia che collaborano con noi e ci permettono di offrire i grandi prodotti della selezione D.O.L.. 

Vi aspettiamo per un brindisi di Natale, e sì noi alle tradizioni ci teniamo! In via Goffredo Mameli 23 potrete trovarci in questi giorni e orari:

  • 24 dicembre APERTI solo a pranzo con cucina;
  • 25 dicembre APERTI dalle ore 18 per l’aperitivo e poi pizza a cena, vi aspettiamo per brindare insieme!
  • 26 dicembre APERTI a pranzo e cena. Il bar è sempre aperto per coccolarvi con torte e cioccolata calda e dalle 18 alle 20 sfizi e cocktail per il nostro aperitivo, a seguire cucina e pizzeria come di consuetudine!

E poi vi invitiamo a passare il Capodanno da Proloco Trastevere, un momento per stare insieme, per gustare del buon cibo, per salutare con un sorriso e tanto ottimismo questo 2019. Per il cenone non faremo mancare la cucina di qualità, piatti della tradizione e ingredienti della selezione D.O.L.

Insomma vi aspettiamo con un vero menu gourmet! Avete capito bene, ci piacciono i festeggiamenti. Ma, più di ogni altra cosa, ci piace festeggiare insieme…a VOI! 😉  Ancora auguri, da DOL !!

 

 

 

Incontro con la birra da Proloco D.O.L.

Oggi, giovedì 6 dicembre, nel ristorante in via Panaroli, 35 a Centocelle, si terrà una serata di racconti e degustazioni di birre artigianali, l’azienda ospite di Proloco D.O.L. sarà il Birrificio Turbacci di Mentana.

Il Birrificio Turbacci nasce nel 1995 a Mentana come BrewPub ovvero un luogo dove la birra non viene solamente prodotta, ma anche servita e consumata all’interno del locale. Affacciato sull’imponente Palaghiaccio di Mentana, propone oltre le proprie birre artigianali anche una cucina molto particolare; inoltre i frequentatori possono ripercorrere da vicino la storia del brewpub con la possibilità di visitare l’intero impianto produttivo, fra i più antichi in Italia, guidati dal Mastro Birraio. Questa sera potrete ascoltare la storia dell’azienda e assaggiare, a un prezzo speciale, la birra del Birrificio Turbacci, in degustazione tre qualità:

1. Super
2. Castagna
3. Triple 

Un altro produttore che ha presentato il proprio lavoro al pubblico qui da Proloco D.O.L. nelle scorse settimane è stato il Birrificio Atlas Coelestis, azienda che ha saputo fare dell’artigianalità un’eccellenza. Una produzione che ha messo al bando la chimica per i processi di conservazione e produzione, per arrivare a proporre una birra non rifermentata in bottiglia che conserva le sue caratteristiche organolettiche a ogni sorso.

La prima azienda produttrice nostra ospite, a fine ottobre, è stata il Birrificio Mustacanus, una realtà che ha iniziato il proprio lavoro seguendo una passione e che attraverso la sperimentazione e lo studio delle materie prime è riuscita a fare di un sogno una realtà produttiva. Nel 2015, anno di fondazione, la produzione inizia in un impianto nei pressi di Roma (il nome Mustacanus da cui deriva il nome del quartiere Mostacciano, e in latino significa mosto) dove l’amore per il proprio lavoro e l’attenzione unica per le materie prime crea un prodotto di altissima qualità.

Insomma solo il meglio da Proloco DOL !!! Vi aspettiamo per una birra, ma anche per un aperitivo o una cena: per essere sempre aggiornati su eventi, degustazioni e incontri mettete il vostro like e seguiteci su Facebook alle pagine di Proloco DOL – Centocelle, DOL – Di origine laziale, Proloco Trastevere e Cibo Agricolo Libero!

 

 

Il mondo produttivo alle porte della metropoli: intervista a Vincenzo Mancino

Lunedì scorso, come vi avevamo anticipato, Vincenzo Mancino ha tenuto il seminario “Le forme del latte dalla Mesopotamia al Digitale” presso l’eventoMercato Mediterraneo. In quell’occasione Francesca Demirgian di Roma Today lo ha incontrato: ne è uscita la gustosa intervista che vi segnaliamo.

Il seminario ha avuto un pubblico di ragazzi, studenti di istituti alberghieri, e Vincenzo ha colto e sottolineato l’importanza di comunicare con i giovani, che tra qualche anno gestiranno tutta la filiera del cibo: futuri “allevatori, trasformatori, cuochi, consumatori…”, che devono essere bene informati per poi saper lavorare, saper scegliere. Vincenzo ha scelto di valorizzare, ad esempio, la genuinità e l’artigianalità, caratteristiche alla base di un prodotto di gusto.

I piccoli produttori che vogliono lavorare con questi standard sono oggetto della ricerca di Vincenzo, una ricerca che, in qualche misura, suggerisce anche a noi, per uscire dalla logica “comoda” della grande distribuzione:

Roma è così bella appena esci fuori dal raccordo: trovi decine di produttori di verdure, di formaggi, di carne, di salumi, che vale la pena la famosa ‘scampagnata della domenica’, quindi il mio invito è quello di riprendersi un po’ del proprio tempo per poterla fare.

L’incontro con chi produce porta conoscenza e scoperta, per questo vale la pena spostarsi, o cercare il produttore nei mercati: il mercato che Vincenzo auspica è quello classico, della piazza. Anche D.O.L. a suo modo porta questo mondo produttivo dentro Roma, e quando c’è l’occasione raggiunge quartieri sempre nuovi, come con l’apertura di Proloco Trastevere:

La cucina è fatta di prodotti, di persone e di storie di queste persone e in ogni prodotto ce n’è un pezzettino. Credendo in questo, portando queste storie nei piatti, non ci sono location che valgano più di altre.

Ringraziamo Roma Today per il bell’articolo che potete trovare a questo link.