Salumi italiani di qualità, tutto sulla mostra mercato!

SALUMI-ITALIANI-RARI-SALUM'È

Ci siamo, i salumi italiani più rari e particolari questo week end saranno degustabili nella manifestazione Salum’È. Come nel caso di Formaticum, che ha avuto luogo lo scorso febbraio, anche questo evento è alla sua prima edizione e si svolgerà nelle sale di Palazzo Wegil a Trastevere.

Salum’È è stato ideato da La Pecora Nera Editore – casa editrice leader nell’enogastronomia da 17 anni – e da Vincenzo Mancino di DOL – Di Origine Laziale che da sempre ha a cuore i piccoli produttori e cerca di valorizzarne la sapienza antica e le pratiche sostenibili.

Salumi italiani da assaggiare…

Salum’È sarà aperto dalle 11.00 alle 20.00 di sabato 30 novembre e dalle 10.00 alle 19.00 di domenica 1 dicembre, con ingresso a 5 euro. La manifestazione è strutturata in stand dove sarà possibile assaggiare e acquistare i salumi a un prezzo disintermediato dagli stessi produttori, piccole realtà che portano avanti specialità locali di lunga tradizione.

Quali salumi italiani di qualità potremo degustare? La ventricina e il capocollo di Martina Franca, il salame di Fabriano, il suino di razza casertana, il maiale nero dei Nebrodi, il nero di calabria, la mora romagnola, e altre prelibatezze. Varietà gastronomiche nate dall’interazione dell’ingegno umano con le caratteristiche del territorio.

Per accompagnare agli assaggi presso gli stand ci sarà una proposta di piccoli produttori di vino del Lazio, selezionate con cura da DOL – Di Origine Laziale. Ogni calice sarà acquistabile al prezzo fiera di 3 euro, comprensivi del calice VDGlass da portare a casa per ricordo.

…e da conoscere

Fiore all’occhiello della manifestazione: i seminari di approfondimento, aperti sia agli appassionati che agli addetti ai lavori. Saranno curati da Domenico Villani, maestro assaggiatore ed esperto di salumi. Di seguito gli incontri previsti:

Sabato 30 novembre

  • H16.00 “Salumi: conoscerli e riconoscerli – percorso sensoriale per una maggiore consapevolezza” con Domenico Villani.
  • H17.00 “Resistenza suina: il maiale nero e altre storie”, un approfondimento con Vincenzo Di Nuzzo, maestro assaggiatore di salumi.
  • H18.00 “Pani e Salumi, il sandwich italiano per eccellenza” seminario a cura di Domenico Villani si potranno degustare alcuni salumi con i pani forniti dal Panificio di Gabriele Bonci e da altri collaboratori.

Domenica 1 dicembre

  • H11.00 “Salumi: conoscerli e riconoscerli – percorso sensoriale per una maggiore consapevolezza” a cura di Angelo Tombolillo, maestro assaggiatore di salumi e di vino.
  • H12.00 “Abbinamento Salumi e Vino” a cura di Angelo Tombolillo.
  • H16.00 “Salumi e nutrizione: strade divergenti o parallele?” a cura di Flavio Di Gregorio, medico esperto di nutrizione
  • H17.00 “Conservanti o non conservanti, è questo il problema?” tavola rotonda condotta da Domenico Villani, con Flavio Di Gregorio e alcuni dei produttori presenti alla manifestazione.

Appassionati di norcineria e di buon cibo!!!, Salum’È vi aspetta sabato e domenica, presso WeGil Largo Ascianghi, 5 a Trastevere!!!

 

La migliore pizza nazionale? In gara anche le pizze DOL

pizza-proloco-DOL-centocelle

La migliore pizza d’Italia sarà proclamata il prossimo lunedì, 11 novembre presso il Centro Congressi La Nuvola, durante la rassegna enogastronomica Excellence Roma 2019.

Il Pizza Awards 2019 prevede di rendere omaggio, con 35 diverse categorie di premi, a pizzerie e pizzaioli che si sono distinti negli ultimi 12 mesi, sotto diversi aspetti. La giuria sarà formata da quasi 200 giornalisti gastronomici italiani e da qualificati esperti di pizza in Italia.

Cosa sarà valutato da questi super esperti? Impasto, materie prime utilizzate, condimento e grado di digeribilità, ma anche altre caratteristiche, per esempio creatività, tradizione, attenzione verso intolleranze e allergie, e così via. Infine sarà giudicato anche il contesto in cui il prodotto viene proposto: il servizio in sala, l’ambiente, la scelta di vini e di birre.

Dunque nelle categorie di premi ci saranno la Migliore Pizza Contemporanea, la Migliore Pizza Tradizionale, Migliore Pizza Chef Donna, Miglior Pizza Chef Uomo, Migliore Pizza Bio, Miglior Pizza Senza Glutine, Miglior Carta Vini e Birre, e altre ancora. La scelta dei vincitori avverrà tra solo 100 pizzerie selezionate in tutta Italia! Tra queste ci sono anche due pizzerie che portano avanti i valori di DOL.

Infatti nelle 12 pizzerie selezionate nel Lazio ci sono Proloco Dol Centocelle e Proloco Pinciano. Due pizzerie che hanno molto da offrire, lasciatecelo dire! In merito alla tradizione regionale, alla qualità degli ingredienti, ma anche sull’originalità degli abbinamenti delle materie prime tanto da averci ormai abituati alla definizione pizza gourmet!!!

La presenza in questa ristretta cerchia di concorrenti ci entusiasma e ci fa già sentire un po’ vincitori! Allora buona pizza a tutti, meglio se con i prodotti DOL 😉

Una domenica per bambini e genitori: DOL a Bio*Sagra for kids

DOL-a-BioSagra-for-kids

Una domenica per bambini a Roma, ANZI per bambini e genitori!!! Domenica 29 settembre torna Bio*Sagra for kids, ormai alla sua sesta edizione. Si tratta di un evento di beneficenza organizzato da FFK ONLUS con il patrocinio del Consiglio Regionale del Lazio e del Municipio Roma VIII. Labirinti di balle di paglia, acrobati, laboratori e attività sportive per i piccoli, intrattenimento e musica per i grandi e tante cose buone da mangiare. 🙂

Infatti ben 60 Chef e ristoranti di Roma e del Lazio proporranno le loro specialità negli ampi spazi della fattoria. Si accede con i biglietti comprati online dal sito www.biosagraforkids.it, per evitare file e, nel contempo, assicurare la massima trasparenza in un acquisto che è anche una donazione. Il biglietto costa 18€ e dà diritto a una Card con 5 “acini” per consumare agli stand.

In questa festa all’aria aperta, in questa domenica per bambini e genitori ci saremo anche noi di DOL, come nelle scorse edizioni. A partire dalle ore 17:00 DOL sarà tra le proposte di finger food per l’Aperitivo. Il nostro piatto sarà una zuppa tiepida con ceci, fagioli, cereali e la prelibata pancia del maiale di Mangalitza… tutto rigorosamente di origine laziale!!!

L’evento nasce per finanziare un anno di ricerca dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù sul ruolo terapeutico della dieta chetogenica nella cura dell’epilessia infantile farmacoresistente. Accanto a questo, altri tre progetti saranno sostenuti: Tutti in Fattoria” della Fondazione Hopen, che insegna un mestiere a giovani disabili o colpiti da malattie rare. Il “Green Bar” della Cooperativa Sociale CEAS di Mentana, luogo di aggregazione e formazione per minori vittime di abusi e maltrattamenti e con disabilità. Infine la “Bottega dei Talenti” della ONLUS Opera Nazionale per le Città dei Ragazzi, per assicurare una formazione professionale a ragazzi in difficoltà.

L’appuntamento con Bio*Sagra for Kids è QUESTA domenica, 29 settembre, dalle 11 fino al tramonto presso l’Orto di Alberico in Via di Fioranello, 34 – Roma (uscita GRA Ciampino aeroporto). Vi aspettiamo là! 😉

Comunicazione di servizio: chiusure estive

DOL di origine laziale

Primo agosto! Siamo arrivati al cuore dell’estate e ci prepariamo a fare un po’ di pausa. Vi informiamo dunque delle nostre prossime chiusure.

DOL distribuzione chiuderà gli uffici (tel 06 90235269) da mercoledì 14 a domenica 18 agosto: solo pochi giorni, per non lasciare i clienti senza la straordinaria qualità dei nostri prodotti di origine laziale! 😉

Il ristorante-pizzeria Proloco Trastevere resterà chiuso dal 5 al 29 agosto inclusi.

Il punto vendita dei nostri prodotti in via Domenico Panaroli, 35 e l’annesso ristorante Proloco chiuderanno sabato 3 pomeriggio per riaprire lunedì 26 agosto.

Non ci resta che augurarvi di trascorrere delle settimane serene!! 🙂  A presto, da DOL.

Pasta artigianale, buona e virtuosa

pasta artigianale Lagano

La qualità di un alimento si ritrova nel gusto. Mangiare bene, per chi sceglie la “dieta” tipica italiana, passa anche dalla scelta di una buona pasta. Meglio se locale, artigianale, a base delle migliori semole di grano duro. Almeno questa è la filosofia dei “locavori” ! E nella selezione DOL questo cibo base dell’alimentazione quotidiana, c’è.

Il produttore che abbiamo scelto è Lagano, una piccola azienda a conduzione familiare in provincia di Roma. Le caratteristiche della pasta Lagano sono la materia prima di qualità, la trafilatura in bronzo e l’essiccazione lenta

La materia prima utilizzata è la semola di grano duro extra, di provenienza nazionale. Una garanzia di qualità se pensiamo ai rischi dei grani d’importazione, legati all’utilizzo di glifosato e alle diverse normative riguardanti le micotossine.

La trafilatura in bronzo, rispetto al teflon usato nella produzione industriale, è più costosa e richiede tempi di lavorazione maggiori. Ma è irrinunciabile per un prodotto a regola d’arte, poiché rende la pasta opaca e rugosa, in grado di trattenere anche i condimenti più elaborati.

L’essiccazione lenta e a temperature basse, garantisce anche una maggiore “tenuta” dei nutrienti della pasta e delle qualità organolettiche della materia prima utilizzata. Inoltre, mentre le temperature elevate provocano una perdita di sostanze aromatiche, l’essiccazione a basse temperature regala al prodotto finito un gusto superiore.

Come è scritto sul sito del pastificio Lagano:

Gli ingredienti per fare una buona pasta di semola di grano duro sono soltanto due, semola e acqua. (…) Ma la pasta artigianale è molto di più, tanti sono i fattori che un bravo pastaio deve tener presente affinché si parli di prodotto di qualità. Bisogna decidere la temperatura e la quantità di acqua in base all’influenza climatica della giornata, impastare alla giusta pressione, trafilare tenendo sempre presente le temperature da dare alle trafile, ecc…

Potete acquistare la pasta Lagano presso il nostro punto vendita in via Domenico Panaroli, 35 a Roma. I formati disponibili nella selezione DOL sono: rigatoni, fettuccine, caserecce, mezzi rigatoni, mezze maniche, tonnarelli, linguine, fusilloni, spaghetti, spaghettoni. E dopo questo elenco …non vi è venuta un po’ di fame???  🙂

pasta Lagano: la carbonara di Proloco Trastevere

Una filiera trasparente e partecipata: istruzioni per l’uso

Dol preacquisto Funky Tomato

La Campagna di Pre-acquisto Funky Tomato è una bella avventura cui DOL Di Origine Laziale partecipa anche quest’anno, stavolta in compagnia di una rosa di società e associazioni, firmatarie del Contratto di Rete 2019.

Sono Cooperativa (R)esi­stenza Anticamorra, La Fiammante, Oxfam Italia, Storytelling Meridiano, AgroBio srl, Op Mediterraneo e, naturalmente, noi di DOL. Realtà del terzo settore, della distribuzione e della produzione agricola sostenibile, che portano le proprie competenze nella filiera virtuosa di Funky Tomato. Il fondatore Paolo Russo, come riportato dal Corriere.it, spiega che

«Storicamente i rapporti nella filiera agricola sono sempre stati uno a uno. Il bracciante dialoga con il datore, il produttore con chi distribuisce. Mancava, insomma, una tavola rotonda attorno alla quale confrontarsi e, soprattutto, risolvere i problemi».

NO ai prezzi al ribasso che devastano braccianti e ambiente!

L’obiettivo è dare forza alla proposta di una filiera del pomodoro libera da caporalato e sfruttamento. Come dire: un’agricoltura sostenibile ed equa è possibile, quindi produttori leader di mercato e Grande Distribuzione possono migliorare i propri standard

La speranza è di realizzare il pre-acquisto più grande degli ultimi quattro anni e di raggiungere consumatori ancora ignari del progetto sociale di Funky Tomato!! La copertura mediatica c’è stata, ora vorremmo dare qualche informazione pratica in più sul pre-acquisto, che sarà attivo fino al 15 settembre.

Attraverso il pre-acquisto i privati, i ristoratori, i GAS e  i sottoscrittori del contratto di rete, entrano a far parte della “comunità economica solidale” che sostiene direttamente gli agricoltori. DOL sarà il referente su Roma della campagna.

Come partecipare alla Campagna di Preacquisto

Andando sul sito di Funky Tomato troverete al centro dell’home page il pulsante per partecipare. Cliccandolo verrete indirizzati alla pagina in cui potrete selezionare i prodotti, scontati. Naturalmente si tratta della produzione in corso, cioè di pomodori non ancora lavorati, o ancora da raccogliere!!! Infatti la distribuzione inizierà all’indomani della fine della campagna, ovvero nella seconda metà di settembre.

Chiudiamo ovviamente con l’invito a rendere concreta e significativa , col proprio acquisto, questa filiera alternativa: citando ancora Paolo Russo, fondatore di Funky Tomato

un’agricoltura diversificata, contrattualmente forte, consapevole delle proprie connessioni con il paesaggio e l’ambiente, attenta alle relazioni di lavoro, capace di costruire percorsi di inserimento lavorativo e di interazione culturale.

Tutti elementi preziosi e irrinunciabili, per noi di DOL.

I piccoli produttori che tutelano la Biodiversità

La Tua Etruria SLOW FOOD VILLAGE

Inizia oggi a Viterbo Slow Food Village, il villaggio ECOgastronomico. Quattro giorni di eventi, laboratori, degustazioni e street food.

Si tratta della settima edizione e il tema di quest’anno è “VIAGGIACIBANDO. Il turismo enogastronomico, esperienziale e sostenibile”, in linea con il 2019 “Anno del Turismo lento”. Oltre a mostre esperienziali dedicate alla Tuscia, ci saranno percorsi di degustazione riferiti a varie regioni italiane e una mostra nella Casa della Biodiversità, tra i prodotti a rischio estinzione, denominati Presidio Slow Food.

Come ci racconta il quotidiano online La tua Etruria, durante la presentazione del festival nella Sala Consiliare del Comune,

Luigi Pagliaro, presidente Slow food Lazio, ha sottolineato l’importanza dell’agricoltura, unica chiave per salvare il mondo e andare verso un futuro sostenibile, ovviamente tutelando i piccoli produttori.

Il focus della manifestazione infatti è “Salviamo la biodiversità per salvare il mondo, perché tutelando e valorizzando le piccole produzioni è possibile evitare la diffusione delle monoculture, riscoprire sapori, identità e territori che rischiano di essere compromessi per sempre”.

E così, perfettamente in linea con questo messaggio, che nel suo caso diventa proprio una missione,  tra gli ospiti non poteva mancare il nostro

Vincenzo Mancino, testimonial per il Lazio a Expo e ideatore di progetti per la promozione delle tipicità territoriali e di progetti sociali.

Vincenzo porterà la propria esperienza in un dibattito presso l’Arena intitolato FOOD: TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE, domenica 7 luglio alle ore 22, che vedrà ospiti (da programma):

Marco Oreggia, giornalista e critico enogastronomico curatore della guida Flos Olei – guida al mondo dell’extravergine; Vincenzo Mancino, fondatore di DOL – Di Origine Laziale e del caseificio Circolo Agricolo Libero nella casa circondariale femminile di Rebibbia. Conduce Carlo Zucchetti, editore e fondatore del giornale enogastronomico http://www.carlozucchetti.it.

Potete leggere il programma completo della manifestazione alla pagina http://www.slowfoodvillage.it/#schedule.

Slow food Village