Un premio “Emergente” a Proloco Trastevere!

proloco trastevereQualche giorno fa Proloco Trastevere ha ricevuto una visita illustre e molto gradita. I visitatori erano Luigi Cremona e Lorenza Vitali, critici gastronomici di alto livello, professionisti “dal fiuto implacabile” ha scritto qualcuno.

Una missione: valorizzare il futuro del Food…

Forti di una esperienza nel settore ultraventennale, sono i fondatori di WItaly e anche gli ideatori e coordinatori del Festival della Gastronomia. Le loro attività sono fortemente orientate al talent scouting: i due esperti gastronomi infatti cercano e trovano in tutta Italia giovani promesse dell’ambito Food.

Il Festival della Gastronomia è una manifestazione che si svolge tra Roma e Milano da fine ottobre a fine novembre, dopo lunghe selezioni per aree geografiche. Il Festival è caratterizzato dai premi Emergente Sala, Emergente Chef e Emergente Pizza dedicati agli under 30.

Sono dunque venuti a Proloco Trastevere, la nuova vetrina dei prodotti migliori del Lazio, ultima avventura di Vincenzo Mancino.  Scrive Luigi Cremona, sul suo profilo Facebook, del terzo Pro Loco nato a Roma:

nel nuovo locale di Trastevere si replica in meglio con un ambiente ancora più intrigante, pieno di spazi conviviali arredati in stili vari e piacevoli.

…e premiare la bontà

L’attenzione però va subito al cibo, in particolare alla pizza alla pala proposta tutte le sere, e al nostro pizzaiolo Simone Raponi al quale Luigi Cremona ha

consegnato il bel premio di Emergente Pizza, non arrivato a tempo all’evento di Roma.

Il post si conclude con i complimenti alla bella madrina di Pro Loco Trastevere, Elisabetta Guaglianone, l’attivissima moglie di Vincenzo Mancino, che segue da vicino l’avvio di questo nuovo locale.

Ringraziamo di cuore Luigi Cremona e Lorenza Vitali del premio e soprattutto dell’attenzione che ci hanno dedicato, con la loro straordinaria professionalità e i loro modi caldi e diretti che, ci sia permesso di dire, ben si accordano allo stile accogliente e genuino di D.O.L..

proloco trastevere

Annunci

Proloco DOL – Centocelle è sulla guida I Cento Roma 2018

Sono passati quattro anni da quando Proloco DOL – Centocelle ha aperto i battenti per la prima volta in via Domenico Panaroli 35. E in quattro anni di soddisfazioni ce ne sono state tante. L’ultimo traguardo in casa DOL – dioriginelaziale è arrivato proprio in queste ultime ore, con l’uscita dell’ultima edizione della guida I Cento Roma che ci ha selezionato e menzionato tra i 50 indirizzi Pop (gli altri 50 si riferiscono alla cucina gourmet) della Capitale. Un importante riconoscimento che premia il lavoro e la meticolosa attenzione di Vincenzo Mancino per il Prodotto (dove il maiuscolo è volutamente marcato) dando il via – citiamo testualmente – alla rinascita gastronomica del quartiere. Del quartiere sì, ma non solo aggiungiamo noi: questo perché eccellenze del calibro del Prosciutto di Bassiano, del Conciato di San Vittore o dei salumi di Mangalitza, specie suina ungherese introdotta nel Lazio da Vincenzo Mancino stesso, popolano i banchi e le cucine dei migliori ristoranti di Roma e dintorni.

L’anima poliedrica di Proloco DOL – Centocelle si concretizza nella sua offerta giornaliera: una bottega aperta fin dal mattino dove acquistare, tra le tante, tantissime delizie, i formaggi di Cibo Agricolo Libero realizzati nel caseificio all’interno del carcere femminile di Rebibbia, una cucina che ogni giorno si arricchisce di proposte, tra sperimentazioni e grandi classici e una pizzeria che, a cena, vi stupisce con impasti e condimenti… Di origine laziale, ovviamente.

E se tutto questo non bastasse ancora, si aggiungono aperitivo, sala da tè e corsi di formazione. Il prossimo? Il corso di avvicinamento ai formaggi, in partenza il prossimo 30 novembre, tenuto dal nostro Vincenzo Mancino in persona. What else?

Da sempre DOL lavora per l’ambiente e la qualità …e ora sono storie della “green economy”

storie della green economy

DOL – La Bottega del Gusto ha sempre creduto nel lavoro sincero a favore del proprio territorio e della qualità… una storia di ‘straordinaria’ economia, che chiamano col termine in voga “green economy”.

Oggi proprio alle “storie della green economy” viene dedicato un premio (una borsa di studio) dal Master in Comunicazione Ambientale 2012 del Centro Studi CTS di Roma.

Tutti quei settori dell’economia che migliorano la qualità dell’ambiente, lo conservano in buona salute o aiutano a ridurre l’inquinamento e ogni altro danno rientrano nella green economy: come l’alimentazione “bio”, la filiera corta e le tematiche legate alla sovranità alimentare e altro ancora, dal risparmio energetico all’ecoturismo, dalla conservazione dei beni culturali e ambientali alla bonifica ecc. ecc.

Per mandare i propri lavori (max. n°2 contributi) ci sarà tempo fino al 26 marzoLiberatoria e regolamento completo per poter partecipare al Premio Giornalistico sono disponibili sul sito del Master di Comunicazione Ambientale 2012.

Le opere correttamente spedite verranno sottoposte a una giuria composta da Maurizio di Marco (direttore del Centro Studi – CTS),  Stefania Divertito (quotidiano Metro), Vincenzo Ferrara (ENEA), Marco Gisotti (direttore scientifico del Master di Comunicazione Ambientale) e presieduta dal geologo nonché divulgatore scientifico Mario Tozzi.

Se volete studiare da vicino un caso da manuale di “green economy“, fate un salto da noi, DOL – Bottega del Gusto, a Roma, via Panaroli 6 (quartiere Centocelle): vi aspettiamo con tutti i nostri migliori risultati: formaggi pregiati, salumi, birre artigianali, vino KmZero e tanto altro. Perdonerete se questi sono i nostri migliori “business plan”!

Fonte: Centro Studi CTS