Ci vediamo alla IX edizione di #Culinaria: un fiore in cucina, 17 – 19 maggio 2014

Forchetta_Culinaria_2014

Culinaria Il Gusto dell’Identità dedica la nona edizione al ruolo delle donne nell’arte culinaria con il tema:”un fiore in cucina” dal 17 al 19 maggio, al mercato rionale della Garbatella. Anche Proloco DOL sarà presente con un banco di Street Food gestito da tre donne che saranno la nostra Marina come esperta di prodotti laziali e di cucina vegan, la chef ed amica Roberta Virgilio e Arianna Secondi figlia di Mauro. Un’anticipazione culinaria?

Insieme assembleranno un piatto tris polpetta di ceci su crema di verdure (vegan) poi una tartare di agnello con carciofi, e uno spiedino di ombelico di venere con ripieno DOL.

Così recita Culinaria in merito al tema:

“Il ruolo della donna nella storia della cultura culinaria negli ultimi anni è stata spesso dimenticata: da quando l’alta cucina ha assunto le attuali straordinarie dimensioni di fenomeno sociale e culturale, la figura della donna sembra essere scomparsa. La stragrande maggioranza degli addetti ai lavori, degli chef, dei comunicatori e degli esperti che appaiono sui media sono uomini. Da quando il cibo è tornato ad essere di moda c’è stata una sorta di rimozione collettiva sul ruolo femminile e la scelta tematica di questa edizione vuole essere la prima manovra per invertire la rotta. Un percorso che passa anche per i fornelli di casa, ma che soprattutto si snoda attraverso una sensibilità femminile a cui vogliamo rendere omaggio partendo dai fiori e dal loro utilizzo in cucina.

I fiori da sempre costituiscono un elemento fondamentale in molte ricette tradizionali. La facile reperibilità e ampia versatilità di utilizzo hanno determinato un uso esteso dei fiori in molti piatti. Ma il loro impiego in cucina risale a migliaia di anni fa ed è comune a tutte le culture dalla civiltà cinese e indiana sino a quella romana. Il fiore rimanda ad una idea di ornamento, mentre spesso dimentichiamo l’uso costante che ne facciamo tutti i giorni in cucina: dal cavolfiore al fiore di zucca, dalla borragine allo zafferano fino al cappero.

Tra gli obiettivi di Culinaria, di pari passo alla valorizzazione del ruolo femminile nella storia culinaria, c’è la sensibilizzazione del pubblico sulla tematica della violenza sulle donne. La consapevolezza del femminicidio e delle violenze che molte donne subiscono quotidianamente ha fatto grandi rispetto ad appena qualche anno fa, ma bisogna fare leva sulle nuove generazioni per un vero cambiamento. Per questo, la nona edizione di Culinaria porterà nelle scuole medie e negli istituti superiori l’esperienza di quest’anno, con una serie di interventi finalizzati a comunicare la tematica della violenza sulle donne e dell’educazione di genere.

Tra gli ospiti di Culinaria molte donne chef dei migliori ristoranti nazionali e internazionali. Per rappresentare in modo esaustivo l’universo femminile dell’alta cucina apriamo la manifestazione anche alle donne di sala e alle giovani che stanno muovendo i primi passi in questo mondo, duro e competitivo”.

Un consiglio: gli iscritti alla newsletter sul sito di Culinaria hanno la riduzione sul biglietto

Annunci