La “Dolly Bag”: il rispetto e l’amore per il cibo

dolly bagSe siete dalle parti del quartiere romano di Centocelle, potrà capitare di veder uscire dal locale di Pro Loco DOL persone con in mano una busta: è il famoso sacchetto “per il cane”, soprannominato, quasi a velarne il significato, “doggy bag”. Il nome deriva dall’inglese, poiché negli Stati Uniti questa pratica è normalità da diversi anni e personalità come Michelle Obama e Denzel Washington ne sono ferventi sostenitori. Non solo gli Stati Uniti, la doggy bag è comune anche in tanti altri Paesi, come in Cina dove alla fine di ogni pasto è comune, e scontato, portar via tutto ciò che non si è mangiato.

filiera corta - KmZero

Lasciando stare le tendenze del momento a Pro Loco DOL siamo convinti della bontà dei nostri cibi, siamo consapevoli delle storie che ne hanno fatto prodotti di eccellenza DOL (Di Origine Laziale), a volte rarità dell’enogastronomia, e il nostro amore e passione per il cibo ci impone di rispettarlo, di non gettarlo via, di non sprecarlo, e così con orgoglio potrete richiedere a fine pasto, nel nuovo locale a via Domenico Panaroli 35, a Roma, la “Dolly Bag”! E i “testimonial” su cui puntiamo, i più importanti per noi, non sono le celebrità, ma le persone normali che riconoscono la qualità del nostro lavoro, dai più anziani alle nuove generazioni: per creare e condividere, senza presunzione e senza rumore, forme di consumo critiche, ecocompatibili e di basso impatto ambientale.

consuma criticamente

Rifiutiamo il concetto di globalizzazione alimentare, che si trasforma in appiattimento del gusto e delle produzioni, per questo entrare e mangiare a Pro Loco DOL non è soltanto un pasto o un momento di mero consumo, bensì un’azione di consumo critico e un’esperienza “sinestetica” per il vostro palato.

 

Annunci

One thought on “La “Dolly Bag”: il rispetto e l’amore per il cibo

  1. Molti dicono che la frutta va mangiata lontano dai pasti e invece non è vero… Tutti i falsi miti sul cibo sfatati da un ottimo servizio sull’ultimo numero di Focus…

I commenti sono chiusi.